Regione Lazio, avviata campagna Europa in comune per corsi su fondi comunitari

0

(Meridiananotizie) Roma, 18 novembre 2011 – Quattordici corsi, tra marzo e ottobre, 176 comuni partecipanti, 566 persone partecipanti: sono i numeri di “L’Europa in Comune” l’iniziativa lanciata dalla regione Lazio lo scorso marzo che ha formato dipendenti e amministratori locali alla progettazione europea, così da poter accedere con efficacia e senza sprechi alle risorse di Bruxelles. A presentare i risultati dell’iniziativa, stamattina all’Auditorium Conciliazione di Roma, la presidente della regione Lazio, Renata Polverini, insieme con il vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, gli assessori al Bilancio e agli Enti Locali, Stefano Cetica e Giuseppe Cangemi, e la direttrice regionale, Cinzia Felci. A gestire i corsi è stata una società spagnola: le regioni iberiche sono infatti tra le più esperte in Europa nella progettazione tesa all’ottenimento dei fondi. In provincia di Roma sono stati svolti 7 corsi, 3 a Frosinone, due a Rieti e uno a Latina e a Viterbo. «Siamo rimasti sorpresi – ha commentato Polverini – dall’entusiasmo e dalla partecipazione dei comuni a questa iniziativa, perchè nelle amministrazioni cerano persone che non riuscivano a cogliere le opportunità che arrivano dall’Europa. Il successo è stato tale che i corsi, inizialmente cinque, sono diventati 14 e c’è una pagina di facebook con tantissimi iscritti. Non solo – ha detto ancora Polverini – continueremo questa avventura insieme ma c’è l’intenzione di proseguire un percorso formativo permanente con il quale assisteremo da vicino i piccoli comuni. Inoltre – ha annunciato infine la governatrice – stiamo programmando un evento anche con le imprese, vogliamo estendere il processo formativo anche ai piccoli imprenditori del Lazio. Anche con loro faremo insieme un viaggio straordinario». La Regione Lazio, la mia regione, grazie all’impegno della presidente Polverini, ha incrementato il lavoro per considerare Bruxelles un’altra capitale, dove dobbiamo essere più presenti e contare di più». Queste le parole del vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani intervenendo all’iniziativa sui fondi europei promossa a Roma dalla Regione Lazio. Abbiamo utilizzato nel 2011 tutti i fondi a disposizione, non restituiremo a Bruxelles neanche un euro di quelli che ci sono stati assegnati». A dichiararlo l’assessore al Bilancio della Regione Lazio Stefano Cetica. Il servizio di Leonardo Cerquiglini

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.