Roma, a giugno apre l’ acquario di Roma: prima opera del Secondo Polo turistico

2

(Meridiananotizie) Roma, 19 gennaio 2012, Oltre 200 nuovi posti di lavoro, 700 posti auto, 1 milione di visitatori stimati all’anno, una superficie di 14 mila metri quadri totali, un investimento del valore di 80 milioni di euro (15 milioni solo per l’acquario SEA LIFE) ed un indotto economico pari a 78 euro di Pil attivati per ogni presenza in più nel Lazio. Questi alcuni dei numeri di Acquario di Roma SEA LIFE – EXPO emersi durante la conferenza stampa di presentazione ufficiale, organizzata oggi nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, alla presenza del Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e dei responsabili di SEA LIFE Roma Aquarium. L’acquario, la cui apertura è prevista per giugno 2012, è attualmente in costruzione sotto il laghetto artificiale del quartiere Eur e si estenderà su una superficie di sale e ambienti sigillati, a tenuta stagna, in un involucro di acrilico trasparente. Le 30 grandi vasche riempite con oltre 1 milione di litri d’acqua ospiteranno 5000 esemplari appartenenti ad oltre 100 specie acquatiche provenienti da tutti i mari: cavallucci e stelle marine, razze, meduse e affascinanti squali. Durante i 90 minuti previsti per la visita del SEA LIFE Roma Aquarium, i visitatori potranno passeggiare attraverso un avveniristico tunnel oceanico a 360 gradi, assistere ad avvincenti presentazioni, sessioni di alimentazione e toccare con mano granchi e stelle marine nelle vasche interattive. Accanto all’Acquario tradizionale SEA LIFE, inoltre, sorgerà l’EXPO, un’area dove si svilupperà, oltre alla parte dedicata ai servizi, l’area espositiva dedicata ai pesci robot, alla divulgazione dei progetti di educazione scientifica e ambientale, e l’Auditorium, dove verranno proiettati i filmati in 3D stereoscopico. L’Acquario di Roma, con un valore di 80 milioni di euro totali (comprensivi di parco acquatico, aree congressuali, un’area museale, aree servizi commerciali, di ristorazione e  parcheggio multipiano interrato) è destinato a diventare il più grande acquario d’Italia, tra i più importanti d’Europa ed è già il concept che genera il maggiore interesse nell’ambito delle attrazioni del II Polo Turistico di Roma Capitale. Stando ai risultati dell’indagine sul “gradimento del II Polo Turistico di Roma Capitale da parte di turisti e viaggiatori italiani e stranieri”, realizzata in collaborazione con gli istituti Demoskopea, Doxa, Eurisko, Ipsos, Istituto Piepoli, SWG, Protiviti e Tns, in una scala da 0 a 10 l’attrattiva dell’Acquario di Roma è stata valutata con un voto medio di 7,1 mentre quella del II Polo in generale con un voto pari a 7. Dalla ricerca, inoltre, è emerso che i turisti più interessati sono sopratutto americani, cinesi e russi. Una recente ricerca del Srm (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno) di Intesa San Paolo dimostra che la creazione di ricchezza per i territori passa attraverso l’industria dell’intrattenimento. Al momento l’Italia, con oltre 4,3 milioni di ospiti, è già tra le top 20 dei parchi divertimento in Europa, apprestandosi in tal modo ad aumentare il flusso dei turisti e a potenziare la crescita economica del Paese. Basti pensare che, in termini di indotto economico, per ogni presenza in più nel Lazio vengono attivati 78 euro di Pil, contro un dato nazionale di 63 euro. Oltre ad aiutare milioni di persone a scoprire le meraviglie del mondo marino, SEA LIFE ha anche un ruolo importante nella salvaguardia dei nostri mari e delle specie che vi abitano.

Per il 2012, infatti, SEA LIFE si impegna a raccogliere fondi per finanziare la costruzione di un ospedale per le tartarughe caretta caretta sull’isola greca di Zacinto, ormai a rischio estinzione. Negli ultimi anni è stato introdotto uno speciale programma denominato Sea Life – Sea Happy al fine di gestire e sviluppare proprio le attività di salvaguardia.

Altre videonews su Mediterraneum- Acquario di Roma

Roma, Archeologia Marina: accordi tra Acquario, Pigorini e Università romane

Share.