Roma, botticelle: Lav chiede sospensione servizio per violazione norme

1

(Meridiananotizie) Roma, 16 gennaio 2012 – Cavalli delle botticelle romane: tre anni di servizio senza il certificato di idoneità, obbligatorio per regolamento, e in violazione delle norme di sanità. Questo il tema della conferenza stampa svoltasi questa mattina presso la sede romana della Lega Anti Vivisezione, che alla luce del recente censimento di una parte dei cavalli, denuncia maltrattamenti e infrazioni ai danni degli animali. Sono stati così presentati i documenti che provano che uno dei quadrupedi sia stato inviato alla macellazione e che non esistano prove dello stato di vita di altri. Intervenuto alla conferenza il presidente Lav, Gianluca Felicetti. La Lav evidenzia che per tre anni i cavalli delle botticelle di Roma hanno svolto il servizio senza il certificato di idoneità sanitaria, condizione essenziale per la garanzia della tutela degli animali coinvolti. Nadia Zurlo, responsabile nazionale Lav settore equidi. Un servizio anacronistico volto solo all’intrattenimento dei turisti ai danni degli animali, come messo in evidenza da Anna Cavalli, consigliere ST Lav Roma. Il servizio di Giulia Taccioli

Share.