Roma, operazione Guardia di Finanza: bancarotta ed evasione per 50 milioni,16 aziende sequestrate

0

guardia di finanza(Meridiananotizie) Roma, 18 gennaio 2012 – 13 le aziende sequestrate, 16 sono le ordinanze di custodia cautelare, di cui 7 persone in carcere, 6 arresti domiciliari e 3 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria: eseguite dalla guardia di finanza nell’ambito dell’operazione, denominata “Carlos”, con cui è stata sgominata l’organizzazione specializzata in fallimenti pilotati. E i quali particolari sono stati, poi, illustrati dagli inquirenti nel corso della conferenza stampa presso il nucleo di Polizia Tributaria in via dell’Olmata. 50 milioni di euro il valore dei beni distratti dalle casse delle 9 società condotte al fallimento, mentre circa 10 milioni di euro erano i debiti accertati e documentati, di cui oltre 5 milioni verso l’Erario e circa 700mila euro verso Enti Previdenziali. Ha spiegato il Tenente Claudio Solombrino del gruppo tutela mercato dei capitali.

ADM 2011 di Roma proprietaria del noto marchio “Diunamai“, azienda leader nel settore dello shopping on line di prodotti hi-tech, la società “Pastarito”  di Reggio Emilia che gestisce, direttamente o attraverso rapporti di franchising la nota catena “Pastarito – Pizzarito” con numerosi ristoranti ubicati nel Lazio, in Lombardia e all’estero: queste sono solo alcune delle società coinvolte nell’operazione, che prende il nome da uno dei prestanome utilizzati dall’organizzazione: in cinque avevano la rappresentanza legale di oltre 600 società.

L’indagine delle Fiamme Gialle ha preso, infatti, avvio dalle dichiarazioni fornite proprio da Salerno Franco Carlos, in carcere per precedenti episodi di bancarotta. Colpiti dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere anche un avvocato, Badanai Andrea, e due commercialisti, Modiano Riccardo e Benincasa Stagni Michele, di Roma, autori della complessa architettura d’impresa basata su plurime trasformazioni societarie, continui cambi di denominazione sociale, cessioni e locazioni di rami d’azienda e cessioni di partecipazioni attraverso il ricorso ad un gruppo consolidato di prestanome. I professionisti romani sono stati accusati di associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta patrimoniale e documentale ed alla sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Presente alla conferenza Nello Rossi, Procuratore aggiunto.

Il servizio di Teresa Ciliberto

Altre Videonews sulla Guardia di Finanza

Roma, operazione Guardia di Finanza: bancarotta ed evasione per 50 milioni di euro, in manette professionisti e imprenditori – prima parte

Roma, ancora controlli territorio da Guardia di Finanza per tutta la domenica anche in provincia

Roma, Finanza: sgominata banda falsari nel mondo dell’arte sette arresti

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.