Roma, polizia di stato: ancora sequestri di fuochi pirotecnici illegali, 6 arresti

1

(Meridiananotizie) Roma, 11 gennaio 2012 – 6 arresti sono scattati nel corso dell’operazione anticrimine “Alto impatto”, attuata dagli agenti delle Volanti, del Reparto Prevenzione Crimine e del Commissariato di zona a S.Basilio. 3 anni per cumulo pene deve scontare la 45enne romena arrestata dagli agenti della Polizia di Stato all’interno di un bar di via Tiburtina. Notata mentre stava giocando al video poker, alla vista della Polizia si è diretta velocemente verso l’uscita, cercando di eludere i controlli. E’ stata fermata e dal controllo della banca dati, a suo carico è emerso un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Verona per un cumulo di pene riconducibile a precedenti condanne. Inoltre, non è mancato ancora un sequestro di fuochi d’artificio illegalmente detenuti a carico di un 26enne trovato in possesso di circa 120 kg. di materiale pirotecnico. L’uomo, era stato sorpreso già lo scorso dicembre con 350 kg di materiale nascosto all’interno del garage di un villino, in seguito sottoposto a sequestro. Passando davanti all’abitazione, in via Guglielmo Iozzia, gli investigatori del Commissariato San Basilio, si sono poi accorti che i sigilli apposti sulla porta dopo il blitz, erano stati manomessi. Entrati per effettuare un controllo, hanno trovato altri 120 kg di giochi pirici, disposti all’interno di 15 scatoloni. Il proprietario 26enne è stato sorpreso poco dopo mentre stava tornando a casa alla guida di un’auto sprovvista di assicurazione. Da ulteriori controlli, è emerso che al giovane era stata revocata la patente. 600 persone identificate, 6 arresti e 120 kg di giochi pirotecnici sequestrati: questo è stato il bilancio della serata. A finire in manette anche 3 spacciatori. Il primo, un 17enne ivoriano, è stato sorpreso insieme ad un nigeriano 18enne mentre spacciavano bustine di marijuana ad un romeno di 20 anni. Per i due giovani, è scattato l’arresto per spaccio, mentre l’acquirente è stato segnalato in Prefettura. Gli altri due pusher accusati di detenzione ai fini di spaccio sono un 32enne originario di Barletta, e un 29enne marocchino. Sorpresi con 40 grammi di marijuana e alcune dosi di hashish a bordo di un’auto, e dal controllo alla banca dati, sono risultati pluripregiudicati per reati analoghi. Gli agenti hanno effettuato verifiche all’interno di alcuni esercizi commerciali. 6000 euro l’importo della sanzione comminata in un pub perché trovato in possesso di macchine video poker abusive. Un bar è stato, invece, sanzionato con 3000 euro di multa, per omessa etichettatura dei cibi. Il servizio di Teresa Ciliberto

Share.