Roma, sale giochi: Roma primo posto per slot machine, richiesto regolamento

0

(Meridiananotizie) Roma, 12 gennaio 2012 – Linee d’indirizzo per l’adozione del regolamento comunale sulle sale giochi e l’installazione di slot machine negli esercizi pubblici, questo quanto presentato dal componente dell’assemblea capitolina Dario Nanni, dal segretario provinciale silp-cgil Gianni Ciotti e dalla Codacons.Secondo l’associazione Libera Roma Capitale detiene il primato italiano per la diffusione del gioco d’azzardo con ben 294 sale giochi e più di 50 mila slot machine distribuite tra Roma e provincia. A piazza re di Roma è inoltre presente il più grande locale d’Europa con 900 postazioni gioco per questo Nanni, Ciotti e la Codacons sollecitano le istituzioni di Roma Capitale affinchè venga adottato quanto prima un regolamento che disciplini in maniera specifica il sistema delle autorizzazioni, dei controlli e delle sanzioni in merito all’apertura di sale giochi ed installazione di apparecchi da gioco. Così Dario Nanni. Si tratta di danni estremamente preoccupanti poiché questo fenomeno ha una ripercussione sul tessuto sociale ed economico del paese con costi elevatissimi anche in termini di vite umane. A parlarcene Gianni Ciotti. Aprire una sala giochi a Roma è estremamente semplice e i vincoli legislativi nazionali risultano evanescenti, a fronte del dilagante fenomeno del gioco d’azzardo che si è amplificato oltre misura Nella proposta di delibera del componente dell’assemblea capitolina è prevista tra le altre cose un censimento di tutte le sale giochi presenti sul territorio della capitale e l’esposizione di un cartello che indichi il divieto di utilizzo ai minori di 18 anni, e uno che indichi l’orario di apertura e il divieto di pubblicizzare attività secondarie. Il servizio di Luisa Deiola

Share.

Comments are closed.