Roma, Max Ciogli ci parla del suo progetto di Pittura Dinamica del Suono

0

(Meridiananotizie) Roma, 22 dicembre 2011 – Sono la Musica e la pittura di Max Ciogli, ed esse sono i suoi genitori d’arte. Con loro tutto ha inizio e tutto diviene fine. La sua costante tensione e ricerca lo portano proprio ad esplorare costantemente quel luogo, quel punto terzo indicibile che unisce questi due emisferi: pittura, musica e suono, colore. Accademia di Belle arti, Master in design, realizza molteplici mostre sia personali che collettive aggiudicandosi con la pittura il Primo Premio Internazionale Vitakraft 08, le finali del Premio G. Belli ‘09 in Campidoglio a Roma e al Premio Nazionale Arciere di e con Vittorio Sgarbi nel 2010, mentre nei suoi concerti, dove esibisce i suoi brani, porta sempre con se le sue opere pittoriche. Lo abbiamo incontrato a Roma. L’idea del progetto di Max Ciogli viene realizzata insieme al Visual Jokey e fonico dell’artista Loris Palmieri nella parte pratica, rendendo possibile questo tipo di applicazione attraverso la combinazione di software. Nel 2010 il progetto viene presentato per ENEL a CENTRALI APERTE 2010. Da qui in poi inizierà la progettazione di un tour teatrale chiamato “Nuova memoria” con la regia di Ivan Tanteri inserendo all’interno altre all’applicazione del progetto “Pittura dinamica del suono” anche tutte le informazioni derivanti dall’esperienza e la sperimentazione che derivano dal campo terapeutico. Il servizio di Domenico Lista

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.