Regione Lazio, Congresso Radicali: diritti umani, libertà e crescita vadano di pari passo

1

(Meridiananotizie) Roma, 9 dicembre 2011 – Ha preso il via ieri a Roma, presso l’Hotel Summit il 39esimo Congresso del Partito Radicale che proseguirà fino a domenica. Dal 1995 il Partito Radicale è una ONG con status consultivo Generale di prima categoria presso l’Ecosoc della Nazioni Unite. Al Congresso sono previste partecipazioni da 45 Paesi. “Diritti umani, democrazia, legalità” questo il tema trattato nella giornata di oggi. Alla sessione “L’impegno del Consiglio regionale del Lazio per la tutela dei diritti umani in Italia e nel mondo”, hanno preso parte tra gli altri il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, il Consigliere Regionale del Lazio Isabella Rauti e Marco Pannella. “In questo momento la politica è concentrata sulla crisi e sulla manovra del governo e temi fondamentali per la democrazia passano in secondo piano” ha sottolineato il Presidente Abruzzese. “In Consiglio regionale abbiamo istituito gli intergruppi bipartisan per i diritti umani in Iran, per il Tibet e per il popolo Saharawi. La dinamica è doppia, è quella di portare in aula dei temi per sensibilizzare: il Consiglio regionale non può non occuparsi dei diritti umani fondamentali”, lo ha detto il consigliere regionale del Lazio, Isabella Rauti. La crescita senza regole dell’economia globalizzata di ieri e la crisi di oggi, minacciano la tutela dei diritti umani nel mondo:  è necessario uscire dalla crisi proprio puntando sulla tutela dei diritti fondamentali; lanciando una sfida affinché la politica recuperi la sua vocazione di occuparsi  del bene comune. L’affermazione dei diritti umani e della democrazia in ogni parte del mondo è una battaglia che ogni partito, di destra, di sinistra o di centro, è destinato a condividere. Il servizio di Mariacristina Massaro

Print Friendly, PDF & Email
Share.