Regione Lazio, nella Contromanovra delle opposizioni politiche sociali e trasporti

1

(Meridiananotizie) Roma, 20 dicembre 2011 – Abolizione dell’aliquota Irpef regionale per cassintegrati del Lazio e per chi ha un reddito Isee inferiore ai 20 mila euro. Cinquanta milioni di euro per le politiche sociali. Utilizzo dell’aumento dell’accise regionale sui carburanti per il finanziamento del Tpl. Questi alcuni dei punti salienti della contromanovra presentata questa mattina dai partiti di opposizione in Regione Lazio. «Di fronte a una crisi nera abbiamo scelto una contro-manovra responsabile – ha spiegato il capogruppo Pd Esterino Montino – che si concentra su sociale e trasporti». Capogruppi e consiglieri di Pd, Sel, Fds, Verdi, Idv e Radicali e Api, riuniti nella sala Latini del Consiglio Regionale, hanno presentato un documento congiunto in 20 punti. Tra questi: un’opera pubblica per ogni Comune del Lazio; 25 milioni di euro per finanziare il reddito minimo garantito; 15 per l’apertura di nuove Rsa per anziani; 8 in più per la cultura e 2 in più per lo sport; 4,5 milioni per le convenzioni tra Regione Lazio e Vigili del fuoco; 4 per il rischio idrogeologico. Per quanto riguarda l’agricoltura, secondo le opposizioni «sono troppi 14 milioni di euro sul capitolo promozione agricolutra: 10 vanno destinati all’Arsial e 2 agli allevatori».  Così il consigliere regionale Giuseppe Rossodivita. Il documento prevede poi 5 milioni di euro per «la prevenzione e l’eradicazione di fitopatie e infestazioni parassitarie; altri 5 per l’assistenza domiciliare a disabili psichici e psichiatrici; 1,5 milioni per l’internazionalizzazione del sistema economico del Lazio; 10 per il fondo rotativo delle pmi; 1 milione per la semplificazione dei Suap (sportelli unici per le attività produttive). Infine vengono proposte: »un’anagrafe trasparente e chiara su affidamenti di beni sequestrati e criminalità organizzata; 2 milioni ad Arpalazio per implementare i controlli sul territorio; un accordo con la cassa depositi e prestiti per la cessione dei crediti alle aziende e alle imprese del Lazio creditrici secondo la formula del pro-soluto; 750 mila euro per le associazioni di sostegno ai ciechi e agli ipovedenti. IL consigliere Luigi Nieri  di Sinistra Ecologia e Libertà ha spiegato. Il centro sinistra ritiene inoltre che la risposta ai costi della politica non si esaurisca soltanto con la giusta scelta di abrogare i vitalizi per le prossime legislature, ma affrontando lo snellimento della riduzione delle commissioni, del numero degli assessori non eletti, la riorganizzazione del sistema societario che ancora è sovradimensionato e la fissazione di un tetto per i compensi di dirigenti e manager della Regione. Il servizio di Luisa Deiola

Print Friendly, PDF & Email
Share.