Roma, cena solidarietà alla Caritas per raccogliere fondi dei più deboli

0

(Meridiananotizie) Roma, 13 settembre 2011 – Un evento gastronomico per raccogliere fondi a favore delle iniziative promosse dalla Caritas diocesana di Roma a favore dei più deboli. È questo il senso della serata benefica che si svolgerà oggi alla Cittadella della Caritas Santa Giacinta, in via Casilina Vecchia 19. Per l’occasione si metteranno all’opera cinque grandi chef: Gianfranco Vissani, Alessandro Circiello della Fic (Federazione italiana cuochi), Cristina Bowerman di Glass Hostaria, Alessandro Cannata del Moma e Filippo La Mantia dell’Hotel Majestic di via Veneto. A gustare i piatti dei cinque chef, oltre agli ospiti della struttura Caritas, un pubblico pagante composto da rappresentanti delle istituzioni e benefattori della Caritas. Alla presentazione dell’evento sono intervenuti il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il direttore della Caritas diocesana di Roma, monsignor Enrico Feroci. «Nel 2011 – ha spiegato Feroci – nei nostri Centri ascolto abbiamo incontrato circa 38.000 persone, soprattutto donne, e la richiesta maggiore riguardava consigli e sostegno per la ricerca del lavoro. Nel corso di quest’anno abbiamo inoltre offerto 170.000 pernottamenti e 357.000 pasti. Ci sono tante forze che, se riunite, possono rispondere alle difficoltà della nostra società. Dobbiamo lavorare insieme con solidarietà per aiutare gli ultimi. Ha preso poi la parola il sindaco Gianni Alemanno: «Questo centro di via Casilina è il luogo di una storica amiciza tra la Caritas e il Comune Roma. Ci sono sfide crescenti per la crisi economica e il fenomeno dell’impoverimento crea drammi umani e sociali su cui bisogna intervenire. Gli interventi migliori – ha aggiunto il primo cittadino – sono quelli mediati dal mondo del volontariato e dell’associazionismo, come la cena a cui parteciperò stasera. Credo che il momento più bello della serata sarà girare per i tavoli e parlare con le persone che lavorano in questo centro». Per tutto il 2012 il Bioparco di Roma sarà accessibile gratuitamente alle famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni che usufruiscono dell’Emporio della solidarietà e alle famiglie ospiti delle strutture Caritas «Casa di Cristian» e «Casa dell’Immacolata». Se per il sindaco Gianni Alemanno si tratta di «un’iniziativa importante per il Bioparco che, anche se nessuna lo sa, è il ‘museò più visitato di Roma», il presidente della Fondazione Bioparco, Paolo Giuntarelli, ha spiegato «Le famiglie sono il cuore delle attività del Bioparco, e con questa iniziativa siamo ancora più vicini a loro. Siamo lieti di contribuire a questo progetto, le nostre porte sono aperte alla solidarietà, all’ascolto e all’accoglienza dell’altro». Infine, il direttore della Caritas, monsignor Enrico Feroci, ha sottolineato «l’importante collaborazione con la Fondazione Bioparco che, fin dall’apertura dell’Emporio, più volte ha sostenuto i progetti della Caritas a favore delle famiglie indigenti». Il servizio di Leonardo Cerquiglini

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.