Roma, commercio: dal Comune nuovo piano limiti per apertura centri commerciali

0

(Meridiananotizie) Roma, 30 novembre 2011 – Il Campidoglio fissa delle limitazioni all’apertura di nuovi centri commerciali a Roma. In futuro, l’apertura di nuovi centri per la media e grande distribuzione non potrà superare una specifica percentuale rispetto alla superficie residenziale dei vari territori. Nel territorio urbano nord orientale, il limite per la nuova grande distribuzione è fissato ad un massimo del 20% della superficie non residenziale. Percentulae che sale al 30% nell’ambito sud occidentale della città e al 40% nell’ambito nord occidentale. La diversa percentuale dipende dall’attuale concentrazione di centri commerciali nelle varie zone della città, al momento maggiore nei quartieri est rispetto ai quartieri ovest. Le nuove regole sono contenute nel Piano del commercio che la giunta comunale approverà oggi. Il Piano, presentato oggi alla stampa dal sindaco Gianni Alemanno e dall’assessore capitolino al Commercio Davide Bordoni, sarà sottoposto alle varie osservazioni delle associazioni di categoria e, a conclusione del processo di confronto, approderà in assemblea capitolina per l’approvazione definitiva. «Il nostro valore fondamentale è il piccolo e medio commercio – ha detto Alemanno – che serve a mantenere vivi tutti i quartieri». Il Piano del commercio del Campidoglio arriva dopo 12 anni di «deregulation che ha portato al fatto che i grandi centri commerciali venivano creati non per esigenze commerciali ma per esigenze urbanistiche», ha detto Alemanno. Il servizio di Leonardo Cerquiglini

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.