Roma, Testaccio: inaugurato parcheggio da 104 posti con ristorante vista Tevere

0

(Meridiananotizia) Roma, 12 gennaio 2012 – Un parcheggio di 6 piani (5 più uno interrato) da 104 posti auto e con un ristorante vista Tevere. È quello inaugurato oggi in via degli Stradivari, a Testaccio, con un intervento che rientra nel Piano urbano parcheggi e che ha permesso una riqualificazione dell’area circostante. «Il tessuto edilizio interrotto – si legge nel progetto del realizzatore del parcheggio, l’architetto Bruno Spinozzi – aveva determinato uno spazio di degrado mortificante per il contesto più prossimo e per il quartiere tutto. Con l’intervento si è voluto ottenere il recupero funzionale di un’area residuale e dismessa, ma anche una riqualificazione ambientale ricostitutiva di in disegno di insieme che mancava in questo tratto di lungotevere». Dopo 20 anni (l’inserimento del Piano urbano parcheggi risale infatti al 1992), oggi finalmente vede la luce il parking di via degli Stradivari, che conta 104 posti auto, 29 posti moto, 31 parcheggi a rotazione (con tariffe orarie stabilite secondo convenzione stipulata con il Comune di Roma) e, al quinto piano, il ristorante «Le Garage», con vista sul Tevere. Costato 2 milioni di euro (oltre agli oneri concessori e alle spese per i saggi archeologici) con un finanziamento totalmente privato, il progetto ha visto la riqualificazione dell’area su Ponte Testaccio con la creazione di una piazza, la piantumazione di 15 alberi e la pavimentazione in travertino, in armonia con il contesto urbano circostante, e permetterà la creazione di circa 30 nuovi posti di lavoro, tra il parcheggio a rotazione ed il ristorante. All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma, e il progettista Bruno Spinozzi. «Abbiamo riqualificato un’area, abbiamo creato occupazione e abbiamo dato la possibilità a tante persone di poter parcheggiare la propria automobile», ha spiegato Aurigemma. «Lo sviluppo urbanistico che ha subìto questa città purtroppo non ha creato tanti servizi, stiamo intervenendo adesso per cercare di dotate quest’area di parcheggi e, soprattutto, di riqualificare aree abbandonate». Per il progettista, l’architetto Bruno Spinozzi: «Questo parcheggio può piacere o non piacere, quello che conta è che è stato effettuato un intervento di riqualificazione di quest’area. Grazie al Piano urbano parcheggi – ha aggiunto Spinozzi – insieme all’amministrazione comunale siamo riusciti a realizzare quest’opera, dimostrando che anche con un tema semplice e poco costoso si possono fare interventi utili per i cittadini». Il servizio di Leonardo Cerquiglini

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.