Roma, liberalizzazioni: Imaie, decreto porterà paralisi cinema, nasce fondo artisti over 65 VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 9 febbraio 2012 – Per la prima volta nella storia dell’Istituto siamo riusciti a creare un avanzo di gestione, di 300mila euro, che non viene dai soldi degli artisti. Una parte inoltre, andrà a costituire un fondo mutualistico, per gli artisti indigenti over 65. A dirlo Andrea Miccichè, Presidente del Nuovo Imaie, l’istituto che tutela i diritti degli Artisti, interpreti o esecutori. Il decreto di Monti sulle liberalizzazioni comporterà la paralisi del settore, danneggiando soprattutto gli artisti con meno mezzi. Questi sono solo alcuni dei punti discussi durante l’incontro organizzato presso la Casa del Cinema.

Marco Masini, Massimo di Cataldo, Piotta, Enzo Decaro, Paolo Calabresi e Giulio Scarpati: 1.400 adesioni sono state raggiunte solo nei primi mesi dalla riapertura del nuovo istituto, nato per sostituire il Vecchio Imaie, in crisi da anni. 7 milioni di opere musicali e 700mila opere audiovisive, tra film e fiction: bisogna così organizzare più società di Collecting dei diritti connessi e creare una banca dati per individuare tutti gli artisti primari e comprimari, che hanno partecipato alle diverse opere artistiche. Ha aggiunto Miccichè. Tra i risultati del nuovo Imaie, Miccichè ha ricordato che in un anno di attività sono stati stipulati 80 contratti con altrettanti utilizzatori. Un risultato mai raggiunto prima vari anni di attività del vecchio ed è stato introdotto per la prima volta un sistema di pagamento al minutaggio.

Il servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di Cronaca

Regione Lazio, lavoro: città dei mestieri alla Pisana, spazio per una preziosa sinergia VIDEO

Roma, Alemanno: possibili nuove nevicate venerdi’. Dal nord tentativi di infangare Roma VIDEO

Roma, maltempo: Gabrielli, subito interventi preventivi. Neve anche su Roma VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.