Roma, Consiglio di Stato: a Palazzo Spada cerimonia insediamento Giancarlo Coraggio VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 19 aprile 2012 – “Il tessuto istituzionale nel quale si colloca oggi il magistrato amministrativo è complesso e dagli equilibri delicati. Esso esige anche da parte nostra, oggi più che in passato, un esercizio sobrio ed equilibrato delle alte funzioni affidateci dalla Costituzione, ma non per questo sordo al contesto sociale, alle innovazioni ed esigenze che la società esprime”. Così Giancarlo Coraggio, il nuovo presidente del Consiglio di Stato, nel corso della cerimonia a Palazzo Spada, per il suo insediamento ufficiale. Durante il suo discorso, il neo presidente ha, inoltre, evidenziato che “l’indipendenza del giudice è messa seriamente in discussione dalla proposta di legge sulla responsabilità civile dei magistrati. Un’azione per violazione manifesta della legge e del diritto comunitario costituisce un pregiudizio grave per lo svolgimento sereno e indipendente della funzione. La proposta così formulata – continua – comporta la inappropriata instaurazione di un ‘processo sul processo’ per la revisione di un giudizio interpretativo caratterizzato notoriamente da una ineliminabile componente soggettiva e che solo professionalità specifiche, non a caso volute dalla Costituzione, e tradizioni giurisprudenziali possono ricondurre ad unità. Vi sarebbe inoltre un patologico prolungamento del contenzioso. Queste parole vogliono esprimere la seria preoccupazione per la possibile compromissione di valori costituzionali. È per queste ragioni che, conclude Coraggio, insieme ai colleghi delle altre magistrature, confidiamo sulla saggezza del Parlamento per la formulazione di una norma più rispettosa di tali valori”.   coraggio

Presenti alla cerimonia il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il presidente della Regione Renata Polverini, le più alte cariche dello Stato e il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, che ha così commentato l’insediamento di Coraggio: “E’ in corso nel nostro ordinamento un profondo processo di cambiamento del diritto amministrativo, che riflette l’esigenza di una nuova impostazione dei rapporti tra poteri pubblici e cittadini. Tali  rapporti prevedevano un tempo la pubblica amministrazione in posizione di supremazia tendono oggi verso un progressivo riequilibrio di questi poteri. […] Il Consiglio di Stato ha svolto con sempre maggiore determinazione un ruolo di sintesi di una disciplina multilivello, da quello internazionale a quello locale, di identificazione della regola da applicare al caso concreto, di semplificatore di un ordinamento ormai troppo complesso accrescendo così la certezza del diritto e le garanzie del cittadino nei confronti del potere pubblico. E’ un servizio che diventa essenziale per una giustizia efficace che sia resa non solo con la qualità delle singole pronunzie ma anche con gli indirizzi giuresprudenziali chiari, puliti, univoci, autorevoli. Ciò consente al Paese di avere un Garante della prevedibilità dell’azione amministrativa”.

Il servizio di Antonella D’Angelo

Altre videonews su Politica

Roma, Federcase: Comuni rivedano aliquote Imu su case popolari. Buontempo, è una rapina VIDEO

Roma, Belviso: riforma su assistenza disabili per alleggerire liste d’attesa VIDEO

Regione Lazio, consiglio straordinario su crisi economica e occupazionale VIDEO

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.