Roma, calcio: Olimpico sempre più all’avanguardia, più steward e meno polizia VIDEO

3

(Meridiananotizie) Roma, 22 maggio 2012 – Spettatori in crescita, risorse delle Forze di Polizia in diminuzione, zero feriti tra gli operatori di polizia e steward, netto calo di quelli tra le fila dei tifosi, nessun lacrimogeno utilizzato: sono questi i principali temi oggetto del briefing tenutosi questa mattina presso lo Stadio Olimpico. A partecipare all’evento il Questore Francesco Tagliente, il Comandante provinciale dei Carabinieri Maurizio Mezzavilla e il Comandante della Guardia di Finanza Ignazio Gibilaro, nonché degli Enti, Amministrazioni ed Aziende protagonisti della gestione degli eventi. Tagliente ha rivolto ai rappresentanti delle altre Forze di Polizia un messaggio profonda gratitudine per il lavoro svolto e per la determinazione operativa e la professionalità della “Squadra”.

La macchina della sicurezza ha dimostrato di essere all’altezza di gestire con successo grandi eventi sportivi anche in presenza di forti criticità” ha detto Tagliente. Tra le principali prove affrontate i derby serali con bambini sugli spalti, le gare rugbistiche disputate con l’emergenza neve lo scorso febbraio e in ultimo la finale di Coppa Italia. Dall’analisi dei dati illustrati emerge l’aumento degli spettatori degli incontri di calcio. Sempre più famiglie vanno allo stadio, mentre il bilancio delle Forze di Polizia impiegate fa registrare una flessione del 14% rispetto all’anno precedente. Tra le proposte per ottimizzare il piano sicurezza stadio in vista del prossimo Campionato, la rimodulazione dei controlli e dell’allestimento dei varchi di prefiltraggio nell’area della Tribuna Tevere e della Curva Nord.

Il servizio di Giuliana Gugliotti

Altre videonews di Cronaca:

Roma, Atac: premiati dieci dipendenti per gesti di rilevanza sociale a favore dei cittadini VIDEO

Roma, Meet in Town: al via terza edizione del festival dei nuovi suoni VIDEO

Roma, da GDF smantellato clan tanzaniano: sequestrati oltre 50 chili di droga VIDEO

Share.