Woody Allen in To Rome with love, tra qualche critica e molte risate VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 17 maggio 2012 – Quattro storie si incrociano sullo sfondo della Capitale. Jerry (Woody Allen) e Phyllis (Judy Davis) arrivano a Roma per conoscere il fidanzato italiano della figlia, Michelangelo. Il padre di lui, impresario di pompe funebri, rivela ben presto un inatteso talento canoro, che riesce a esprimere soltanto in momenti privati. Jerry, produttore discografico, vede in questa scoperta un’occasione imperdibile per ridare lustro alla propria carriera. John (Alec Baldwin), famoso architetto di ritorno a Roma dopo trent’anni, incontra Jack, studente americano in viaggio nella Capitale, fidanzato con Sally. Rivedendo molto di se stesso nel giovane, cercherà di metterlo in guardia dai rischi di seduzione e tradimento, incarnati da Monica, la bella e spregiudicata amica della sua ragazza.

Antonio (Alessandro Tiberi) e Milly (Alessandra Mastronardi), una coppia di Pordenone in vacanza a Roma, finiranno separati per un giorno da una serie di equivoci, primo fra tutti la misteriosa comparsa di una “fatale” Penélope Cruz (Anna). Infine, Leopoldo (Roberto Benigni), si ritrova a essere, senza apparente motivo, una celebrità. Bersagliato da giornalisti e fotografi che lo inseguono ovunque, sperimenterà la caducità di una popolarità immotivata. Le gag esilaranti non mancano, in questo film ricco di cammei e dall’inconfondibile tocco “alleniano”, in cui però si percepisce un po’ di stanchezza, forse dovuta ai ritmi serrati delle sue produzioni. La vena creativa resta intatta, ma i fans del regista non hanno dubbi: To Rome with Love è un film fiacco, in cui Woody Allen cita se stesso, ritrovandosi per la prima volta vittima dei suoi stessi cliché narrativi.

Giuliana Gugliotti

Share.

Comments are closed.