Roma, da Uil raccolta firme contro i vitalizi dei politici regionali VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 21 giugno 2012 – Un referendum per eliminare i vitalizi dei consiglieri della Regione Lazio, una proposta di legge per ridurre le indennità e limitare le consulenze esterne. Sono i due obiettivi della campagna “Né privilegi, né sprechi”, promossa dalla Uil di Roma e del Lazio attraverso  il “Comitato per la riduzione dei costi della politica della Regione Lazio”.

Oggi parte ufficialmente la raccolta delle firme degli elettori del Lazio: ne sono necessarie diecimila per la presentazione della proposta di iniziativa popolare e cinquantamila per l’ammissibilità del referendum abrogativo. «Alla base dell’iniziativa referendaria e della proposta di legge d’iniziativa popolare c’è la convinzione del Comitato che l’obiettivo del pareggio di bilancio non possa essere raggiunto dal Governo solo con l’aumento della pressione fiscale, in Italia già alla percentuale record del 45%.

Sono necessari sviluppo, crescita e soprattutto taglio degli sprechi”. Queste le parole di Pierpaolo Bombardieri, segretario organizzativo della Uil di Roma e del Lazio. Secondo i calcoli del comitato attraverso il limite alle indennità a consiglieri regionali e manager fissato al 50% rispetto a quello dei deputati, la Regione Lazio potrebbe risparmiare 27 milioni di euro ogni anno.

Risparmio che aumenterebbe a 50 milioni se le norme fossero estese anche ai dirigenti nominati nelle aziende o nelle società partecipate del Lazio. Così Sandro Biserna segretario generale Uil poteri locali del Lazio.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Cronaca:

Roma, a Primavalle gli abitanti protestano contro il degrado del parco Anna Bracci VIDEO

Pomezia, scoperta piantagione di marijuana tra piante di pomodori e alberi di mele. Due gli arrestati

Roma, vertenza Nous Informatica: lavoratori, vogliamo lavoro e trasparenza VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.