Roma, “Quando hanno aperto la cella”: presentato libro su morti sospette in carcere VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 1 giugno 2012 – In Italia in carcere spesso si muore. Alcuni sono suicidi, altri no. Dietro le informazioni istituzionali, spesso c’è un’altra storia. Questo è quanto emerge dal libro “Quando hanno aperto la cella. Stefano Cucchi e gli altri” di Luigi Manconi e Valentina Calderone e presentato ieri presso la Casa della Memoria e della Storia.

Il nostro non è un atto di denuncia generalizzato e indistinto. È una precisa presa di posizione basata su fatti, circostanze, nomi e cognomi. Atti giudiziari, referti clinici, perizie autoptiche, interviste ai parenti. Così Valentina Calderone.

Scriviamo il libro perché la sacralità della vita del cittadino viene ripetutamente violata, subisce strappi, abusi, illegalità – ha spiegato Luigi Manconi – Documentiamo questa rottura a opera dello Stato del patto stipulato con i cittadini. Peggio, si è reso responsabile di un attentato alla loro incolumità. Se guardiamo la popolazione detenuta, esclusi i criminali di media e alta pericolosità, tutto il resto, è povertà, dipendenza, immigrazione, malattia. Persone ai margini e spesso oltre i confini del sistema dei diritti di cittadinanza, in balia delle istituzioni di controllo.

Il servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di cultura

Roma, essere donna e manager: Lucia Annunziata si racconta a “Leader femminile singolare” VIDEO

Roma, inaugurato al Bioparco il percorso in 11 stazioni “Gli animali della Bibbia” VIDEO

Roma, presentato il libro di Melania Rizzoli “Detenuti”: un viaggio nelle carceri italiane VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.