Roma, Usb-Asia: subito moratoria su aumenti affitti e sfratti e tutele per gli inquilini VIDEO

3

(Meridiananotizie) Roma, 12 luglio 2012 – “Moratoria degli aumenti degli affitti, delle dismissioni e degli sfratti e l’apertura del tavolo inter-istituzionale per la ricerca delle tutele necessarie” sono queste le richieste presentate dagli inquilini ai partiti e al prefetto Pecoraro che ha portato alla convocazione di un tavolo a Palazzo Valentini tra Regione, Provincia e Roma Capitale.

Gli inquilini riuniti davanti al palazzo della Provincia, hanno manifestato il loro dissenso verso  “l’arroganza degli enti previdenziali pubblici e privatizzati, dei fondi immobiliari, pensionistici e assicurativi della Regione Lazio, che stanno speculando con la gestione del patrimonio abitativo per far pagare ai più deboli il prezzo dei loro bilanci fallimentari”. “La convocazione di questo tavolo”- si legge nel comunicato dell’Asia, l’associazione inquilini e assegnatari e l’USB l’unione dei sindacati di Base – “era uno degli obbiettivi al centro di un’importante iniziativa di sciopero della fame portata avanti dagli inquilini resistenti che hanno voluto mettersi in gioco”.

“Crediamo” -si legge ancora nel comunicato-“ che sia importante arrivare a questo appuntamento con la massima partecipazione degli inquilini per far si che non venga deviata l’attenzione sui veri punti che vogliamo mettere al centro della discussione: i sindacati firmatari di accordi contro gli inquilini hanno già fatto i loro danni. L’Enasarco e i sindacati stanno imponendo l’acquisto di alloggi a prezzo di mercato, non corrispondenti al loro stato e valore reale, costringendoli ad accedere ai mutui a prezzi insostenibili.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Cronaca:

Roma, la protesta dei lavoratori di Cinecittà arriva al Colosseo con gli effetti speciali VIDEO

Roma, Provincia: presentata iniziativa di contrasto alle mafie per lo sviluppo della legalità VIDEO

Roma, Comunali: Confcommercio presenta il decalogo per migliorare la città VIDEO

Share.