Roma, Altaromamoda presenta le creazioni della scuola Ida Ferri, futuro sartoriale italiano VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 9 luglio 2012 – Dagli anni ’30 del tailleur morbido stile Chanel alla linea ad A di Dior che fa capolino sulle passerelle a metà secolo. E poi la maglia metallica firmata negli anni ’60 da Yves Saunt Laurent, tanto innovativa quanto insostenibile per la modella che la indossava e che svenne in passerella per via del peso eccessivo. A raccontare ottantacinque anni di moda artigiana in passerella è stata oggi nell’ambito delle sfilate di AltaRomaAltaModa, la scuola romana Ida Ferri che vanta il primato assoluto di scuola di moda più antica d’Italia. Dalla sua nascita a oggi, la scuola ha formato circa 20mila allievi: il 75% ha trovato sbocco nel mondo del lavoro nel quale operano soprattutto microimprese che marciano in controtendenza rispetto a una disoccupazione che in Italia lascia a casa un giovane su tre. Secondo la Cna di Roma, che ha elaborato la banca dati Excelsior, in Italia le imprese della moda artigiana sono per il 53% sotto i 9 addetti e negli ultimi tre anni hanno aumentato le loro previsioni di assunzione passate, dal 2009 al 2011, dal 2,35 per mille al 4,21 per mille.

Tendenze che potrebbero aumentare, considerando che 4 aziende su 10 dicono di avere difficoltà a reperire giovani aspiranti sarti artigiani a cui sono disposti a dare un lavoro qualificato e sicuro. Sul totale dei contratti, ben il 40,6% è infatti a tempo indeterminato, il 52,2% a tempo determinato e il 6,2% è sotto forma di apprendistato. Quasi un occupato su 10 ha meno di 24 anni. Sei su 10 sono maschi. In questo scenario, la scuola di moda Ida Ferri dà un futuro. Il successo della sua lunga storia è conseguito grazie all’attenzione al virtuosismo creativo, che ben si fonde con la manualità artigiana, e alla formazione dei giovani allievi che nella scuola ripercorrono tutte le fasi di produzione manuale: dal disegno alla realizzazione. Un metodo che permette all’allievo di crescere prendendo padronanza dell’arte del taglio e del cucito e di tutti gli strumenti del mestiere. Sulla passarella di AltaRomaAltaModa gli allievi hanno ripercorso a ritroso gli stili che hanno caratterizzato i diversi decenni del secolo scorso. Epoche di massimo prestigio per i Maestri della Moda che hanno ispirato i modelli: Valentino, Fernanda Gattinoni, Sorelle Fontana, Lancetti, Sarli, Ungaro, Yves Saint Laurent, Givenchy, Dior, Chanel. Non icone artistiche a se stanti, ma stili e modelli interpretati in chiave pragmatica, riletti per vestire la donna contemporanea e spendibili oltre le passerelle.

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre Videonews di Cultura

Roma, torna Santa Croce Effetto Notte: dieci notti di cultura musica e cinema VIDEO

Roma, enologia: premiate in Campidoglio le eccellenze green d’Italia e del mondo VIDEO

Roma, ai Mercati di Traiano in mostra “Bianca Balti, immagini di una favola di moda” VIDEO

Share.