Dipendenti Alcoa rimangono a Roma, continua la protesta VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 31 agosto 2012 – Soffre di vertigini, Franco, ma non ha esitato ad arrampicarsi sui cancelli del ministero. È lì che si è sentito male, rischiando di cadere di sotto, se a sorreggerlo non ci fossero stati i suoi colleghi. Un salto di quasi cinque metri, che avrebbe potuto trasformare in tragedia la protesta dei dipendenti dell’Alcoa. Per tirarlo giù è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, arrivati sul posto dopo un quarto d’ora di estrema concitazione. Continua così il presidio dei lavoratori sardi al ministero dello sviluppo economico, tra l’esasperazione dei manifestanti e qualche accusa di simulazione, ma con l’unico obiettivo di spingere il governo a intervenire, per impedire la chiusura di quella fabbrica che per quelle oltre 500 persone rappresenta l’unica fonte di sostentamento economico.

Ma le notizie che arrivano dai vertici non sembrano confortanti, come spiegano Stefano Lai, delegato Rsu, e Rino Barca, Cisl. E se il governo prospetta la cassa integrazione per i dipendenti dell’Alcoa, la protesta si espande anche ai lavoratori dell’indotto. Insieme per recuperare una dignità che sembra ormai inesorabilmente perduta. Poi, sedate paura e agitazione, la protesta riprende con fischi e tamburi, ma più fiacca, condita solo di amarezza e sconforto.

Il servizio di Giuliana Gugliotti

Altre videonews di Cronaca:

Movida sicura, telecamere a Campo de’ Fiori VIDEO

Autobus turistici intasano le vie storiche di Roma VIDEO

Cantiere viale Aventino, lavori termineranno a ottobre VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.