Idi a rischio chiusura, lavoratori in piazza senza stipendio da mesi VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 15 novembre 2012 – 1800 lavoratori Idi non percepiscono lo stipendio da mesi. Questo il motivo che ha portato i dipendenti delle 3 strutture sanitarie della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione a manifestare sotto la sede della Regione Lazio, chiedendo un incontro con il commissario alla sanità Enrico Bondi. Il Segretario Generale Cgil FP Roma Nord Civitavecchia, Leonida Mazza, ha detto: “I lavoratori sono ormai allo stremo delle forze, sono 4 mesi che non vedono un euro e non riescono più a sopravvivere, a pagare le bollette, a pagare le cose più elementari e necessarie”.

Renato Cardon, della Uil Fpl Roma, è convinto che tutte le istituzioni abbiano abbandonato i lavoratori: “Non è soltanto la Regione Lazio, tutte le istituzioni ci hanno abbandonato. Nessuno si è mai interessato a questo grandissimo problema perché l’Idi a livello nazionale è una realtà che non può scomparire”. Una Situazione che sta diventando insostenibile per i lavoratori come sostenuto dal Responsabile Cisl FP di Roma, Roberto Chierchia: “Stanno avvenendo situazioni che ci stanno preoccupando perché all’interno del gruppo ci sono famiglie dove moglie e marito lavorano entrambi all’interno della stessa e stanno veramente in gravi difficoltà economiche e abbiamo paura che ci possano essere casi che potrebbero portare a disperazione”.

È il caso di Patrizio che lavora all’Idi ormai da anni: “Lavoro da 32 anni all’Idi, mia moglie lavora lo stesso da 33 anni lì. Il problema degli stipendi è basilare soprattutto per una famiglia che come noi ha entrambe le persone che lavorano lì e che avendo anche due figli a carico il problema è ancora maggiore. Oltretutto per il fatto che non entra nessuno stipendio da ormai 4 mesi e quindi siamo costretti a stringere la cinghia e attingere da quei pochi risparmi ormai rimasti. Abbiamo 2 mesi di autonomia e poi non si sa”. Io lavoro all’Idi da 24 anni – ha detto un’infermiera Idi – e da circa tre mesi non percepisco lo stipendio. Attualmente lavoro come infermiera ai laboratori di ricerca e anche lì ci sono grossi problemi perché questi soldi dei Pon che dovrebbero arrivare di fatto non arrivano perché qualcuno sembrerebbe volere garanzie di questo conto corrente dove dovrebbero mettere questi soldi”.

Il servizio di Giulia Taccioli

Altre videonews di cronaca:

Ex legge Aprea, insegnanti a Roma per dire no a provvedimento VIDEO

Da oggi l’Istituto “E.Toti” libero dall’amianto VIDEO

Violenza sugli uomini, solo a Roma 500mila vittime di soprusi da parte di donne VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.