Spostato corteo Casapound: “Da domani in ogni manifestazione troveranno noi” VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 23 novembre 2012 – Il corteo nazionale di CasaPound Italia non sfilerà più alle 16 da piazza della Repubblica a Colosseo, ma da piazza Mazzini a Ponte Milvio, lontano dalle altre manifestazioni. Nonostante il cambio di percorso tuttavia, il vicepresidente di CasaPound Italia, Andrea Antonini, ha tenuto a precisare i motivi che spingeranno i militanti a scendere ugualmente in piazza: “La manifestazione è fatta per protestare contro una situazione politica inaccettabile, contro un governo non legittimamente insediato, contro un governo d’emergenza che avrebbe dovuto salvare la nazione da questo crack e invece ce lo sta portando, nonostante tutti i sacrifici che sta chiedendo. Quindi pensiamo che questo governo vada contestato. Noi abbiamo accettato il cambio del percorso del corteo per senso di responsabilità nei confronti della cittadinanza alla quale chiederemo il consenso e che vogliamo abbia di noi un’immagine di piazza molto diversa da quella che altri hanno fornito”.

Allo stesso tempo però nella giornata di domani, presso piazza Vittorio, a pochi passi dalla sede di CasaPound di via Napoleone III, è stato convocato per le 14 e 30 un presidio antifascista che per il centro sociale di estrema destra appare come una provocazione: “L’annuncio del cambio di linea politica di Casapound – ha continuato Antonini – lo possiamo fare anche adesso, dicendo che da domani in poi, in ogni manifestazione richiesta dagli altri, nel mezzo del percorso troveranno noi. Sappiamo come funziona la legge: se qualcuno occupa un percorso non può essere sgombrato con la forza ma può essere solo denunciato per manifestazione non autorizzata. Allora da domani cominceremo a fare le stesse cose”.

Il servizio di Rosa Corsi

Altre videonews di cronaca:

Raid contro tifosi inglesi a Campo de’ Fiori. Dieci feriti e 5 i fermati VIDEO

A San Giovanni sequestrati 150 gr di droga tra cocaina, hashish e marijuana. 9 gli arresti VIDEO

Manifestazione Indignati 15 ottobre 2011, altri 5 arresti VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.