Cotral, lavoratori delle officine esterne manifestano senza stipendio da mesi VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 21 dicembre 2012 – Sono circa duecento i lavoratori delle officine esterne che collaborano con Cotral che non percepiscono uno stipendio da mesi. Per questo motivo decine di persone si sono radunate questa mattina sotto la sede legale della Compagnia Trasporti Laziali,  per manifestare il proprio dissenso nei confronti di una situazione insostenibile che rischia di mettere in ginocchio le ditte e di conseguenza tante famiglie come spiegato dal rappresentante Arma, Marco Mantini: “Siamo sull’orlo del fallimento. Non sappiamo i motivi, non ci sono soldi, non ci sono i fondi, ma nessuno fa niente di concreto. Hanno tagliato le tredicesime e non sappiamo come fare. Non vediamo da parte della dirigenza Cotral un fatto concreto e non abbiamo altra scelta che creare casini”.

Nella sola ditta Arma infatti, 45 lavoratori non percepiscono lo stipendio da mesi, ricorda uno dei dipendenti. Questo perché i pagamenti da parte della Cotral arrivano con larghissimi ritardi come spiega il titolare della Valentini Carri Srl, Roberto Valentini: “Da molti anni facciamo servizio al Cotral sui loro mezzi. Siamo arrivati a un punto a oggi dove abbiamo ricevuto un bonifico a luglio 2012 dove è stato pagato luglio 2011. I nostri dipendenti devono prendere 3 mensilità e di tredicesima neanche se ne parla. Siamo stanchi di questa situazione, non ne possiamo più. Stanno mettendo in ginocchio aziende e famiglie. Vogliamo essere pagati per il lavoro che abbiamo fatto”.

A detta dell’amministratore dell’autofficina Fratelli Pennesi, Alfredo Pennesi, per giustificare il mancato pagamento, l’azienda addurrebbe il motivo delle penali: ”Ogni volta che ci devono dei soldi viene fuori il ricatto delle penali. Ci hanno addebitato delle penali che non stanno né in cielo né in terra. Ogni volta che ci devono dare un bonifico tirano fuori queste penali”. Le penali sarebbero inflitte dalla Cotral su dei presunti ritardi nelle consegne ma in concreto rappresenterebbero un alibi come spiegato da uno dei lavoratori:  “E’ un alibi. Si tratta di non rispettare l’esecuzione dei lavori nei termini prestabiliti da loro. Ma il problema è che non ci pagano, è da un anno che non ci pagano”.

Il servizio di Francesca Ferrajolo

Altre videonews di cronaca:

Tagli alla sanità, da sindacati una fiaccolata davanti MEF per dire “no” VIDEO

Da gdf sequestrata una tonnellata di fuochi d’artificio tra Frascati e Colleferro VIDEO

Nel Municipio I nasce osservatorio contro infiltrazione capitali malavitosi nel commercio VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.