Tagli alla sanità, in migliaia assediano la Regione per dire no al piano Bondi VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 11 dicembre 2012 – Il rischio è serio e la preoccupazione da parte di dipendenti, pazienti e medici è palpabile: i tagli alla sanità del Lazio previsti dal piano Bondi causeranno la riduzione di migliaia di posti letto, una diminuzione del personale e quindi anche il peggioramento dell’ assistenza ai pazienti. 42 associazioni di categoria,  4.000 manifestanti si sono così riuniti oggi davanti alla Regione Lazio per esprimere la loro disperazione e confermare l’intenzione di portare avanti una lotta per la sopravvivenza dell’assistenza sanitaria del paese.

I tagli ricadranno sui più importanti ospedali della Capitale: l’Eastman, l’Idi, l’Umberto I e il Centro Traumatologico Ortopedico Alesini che è in stato di agitazione. “E’ da cinque anni che veniamo tagliati e il piano di rientro non ha dato i frutti sperati” ha commentato Jessica Faroni, Presidente Aiop, l’associazione italiana dell’ ospedalità privata. Il grido di allarme dopo i Decreti 348 e 349 firmati dal Commissario Straordinario alla Sanità laziale Enrico Bondi si alza anche dai dipendenti dell’Umberto I e del San Filippo Neri.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Sanità:

Idi San Carlo, sbloccati gli stipendi di novembre dei lavoratori VIDEO

Tumori neuroendocrini, pazienti e medici a sostegno di NET Cancer Day 2012 VIDEO

“Uniti contro i GIST”, medici e pazienti uniti contro la “solitudine” dei tumori rari VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.