Al Premio europeo per la vita vince il diritto al concepito. Premiate le mamme coraggio VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 10 dicembre 2012 – Si è svolta la V edizione del Premio europeo per la vita, intitolato a Madre Teresa di Calcutta, e istituito dal Movimento per la Vita in occasione dell’anniversario della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo (10 dicembre 1948), perché il diritto del concepito a nascere è il primo dei diritti umani. “Non ci sarebbero pace né valori nel mondo se non ci fossero le mamme” ha affermato il presidente dell’Mpv e della Commissione Affari costituzionali del Parlamento europeo Carlo Casini. Dall’affidamento allargato alla scelta di portare avanti una gravidanza a rischio, fino a rifiutare le cure che potrebbero danneggiare il nascituro ma salvare la propria vita. Il riconoscimento è stato assegnato a tutte le madri d’Europa, donne normali ma eroiche che “con la loro generosità più estrema, il loro amore, la loro accoglienza e il loro coraggio continuano a credere, proteggere e dare continuità alla vita”.  premio_europeo_vita

Il premio è stato consegnato simbolicamente alla memoria di Chiara Corbella, giovane madre  stroncata da un tumore lo scorso giugno poiché aveva ritardato le cure per dare alla luce suo figlio Francesco. A ritirare il premio il marito Enrico Petrillo. “Una ragazza che ha trasformato la sua vita e la sua sofferenza in un’opera d’arte”. Così Gianluigi De Palo, assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, ricorda la sua amica Chiara. Gli altri premi sono stati consegnati a mamma Irene di Nomadelfia (la prima mamma per vocazione della nota comunità fondata da don Zeno Saltini) e all’associazione La quercia millenaria (l’unica associazione in Italia che assicura l’assistenza alla gravidanza con ogni tipologia di malformazione fetale) presieduta da Sabrina Pietrangeli Saluzzi, le quali hanno testimoniato in modo eroico il coraggio materno. “I bambini con malformazioni non sono necessariamente destinati a vivere una vita infelice”, spiega Roberto Colombo, direttore del Centro studio malattie ereditarie e rare di Milano. “C’è l’esigenza che la cultura della vita si diffonda” ha affermato, infine, il ministro per la Cooperazione internazionale Andrea Riccardi.

Il servizio di Antonella D’Angelo

Altre videonews su Roma Capitale

Roma si illumina per Natale con gli alberi di Andalo Trentino VIDEO

Tpl Roma Capitale, al via piano per lo shopping natalizio VIDEO

Piazza di Spagna si accende per Haiti VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.