Spaccio di droga nella Capitale: GdF arresta 10 persone collegate alla camorra VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 10 gennaio 2013 – Le mani della camorra si allungano ancora una volta sulla Capitale. 10 gli arresti effettuati questa mattina dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma coordinati dalla direzione distrettuale antimafia della Capitale nell’ambito dell’operazione Little Jack. L’accusa è uguale per tutti: traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. 5 campani, 2 siciliani, 2 abbruzzesi e 1 romano, tra cui Romano Micconi e Gennaro Magrì, entrambi con precedenti penali per spaccio di stupefacenti. Tutti sono risultati in qualche modo collegati al clan camorristico Schiavone – Noviello, che nel maggio 2010 aveva già subito due importanti perdite, con l’arresto di Pasquale Noviello e Maria Rosaria Schiavone, nipote del ben noto capoclan Francesco Sandokan Schiavone, incastrati nell’ambito dell’operazione Sfinge.

Proprio approfondendo i legami di Noviello i finanzieri hanno individuato due gruppi criminali, uno facente capo a Micconi e l’altro a Magrì. Il primo si occupava del traffico di hashish: dalle piazze romane lo portava fino in Abruzzo, smerciandolo nella provincia di Chieti. Il secondo invece, nonostante fosse in regime di sorveglianza speciale con obbligo di firma, lavorava proprio su Roma, acquistando cocaina a Secondigliano, Napoli, e rivendendola nella Capitale. Agli arrestati non sono contestati reati associativi. Le indagini sono tuttora in corso per accertare ulteriori dettagli.

Il servizio di Giuliana Gugliotti

Altre videonews di Cronaca:

A Marino scoperto ennesimo falso cieco. Sceglieva il vino e coltivava il suo orto VIDEO

Allarme sindacati su crisi, in 5 anni nel Lazio persi 100mila posti di lavoro VIDEO

‘Distretti sul web’, nasce progetto tra Google e Unioncamere per sviluppo di PMI VIDEO

Share.