Da ACI 10 proposte per ridurre di 700 euro spesa annuale per auto VIDEO

3

(Meridiananotizie) Roma, 6 febbraio 2013 – Un risparmio di 26,8 miliardi di euro, riducendo la spesa annuale per l’auto da 3.500 a 2.800 euro (meno 700 euro, pari al 20% dei costi totali) e moderare i costi del superbollo per i 200 mila intestatari di veicoli con più di 185 kw di potenza. Così ACI, l’Automobile Club d’Italia, ha presentato un Manifesto con 10 proposte per il prossimo Parlamento e il futuro Governo.

In questi giorni di fibrillazione elettorale, la politica guarda solo l’IMU che porta 24 miliardi di euro all’Erario – ha spiegato il presidente ACI, Angelo Sticchi Damiani – dimenticando così la mole di imposte sulla mobilità che fa sborsare alle famiglie più di 60 miliardi di euro ogni anno.

Patente “a livelli” per le auto più potenti, corsi di rieducazione stradale per il recupero dei punti patente, abolire il superbollo e riformare la tassa di possesso e attuare una riforma rc-auto per prevenire le frodi e contenere i costi. Queste sono solo alcune delle proposte.

Ci è sembrato giusto dar voce ai 34 milioni di automobilisti che in quest’ultimo anno hanno sofferto molto per l’eccessiva tassazione sia sulla benzina sia in generale sul comparto auto – ha sottolineato Sticchi Damiani – abbiamo chiuso gennaio con ancora un meno 17% rispetto a gennaio 2012. Se dovesse continuare questo trend non riusciremo a immatricolare nuove auto neanche per un milione e 300 mila macchine su base A. Ormai 355 concessionari chiusi e più 10 mila persone hanno perso il posto di lavoro.

Secondo il presidente dell’ACI, la leva fiscale deve essere uno strumento di rilancio per il settore automobilistico e non un elemento che ne compromette l’esistenza.

Il servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di cronaca

Contraffazione, da Gdf sequestrati 15mila gioielli realizzati con materiali tossici VIDEO

Arriva il bus sharing per i cittadini disabili, servirà il doppio degli utenti senza costi aggiuntivi VIDEO

Protestano i 127 operai contro il licenziamento della multinazionale cinematografica Deluxe VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.