Tre anni di imprese in rosa, le donne romane che combattono la crisi VIDEO

0

(Meridiananotizie) Roma, 8 marzo 2013 – Oggi al Tempio di Adriano si è svolto il Convegno “M’illumino d’impresa” organizzato dalla Camera di Commercio di Roma e dal suo Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile. Le imprese femminili tengono testa alla crisi. Sia a livello nazionale che regionale i dati dimostrano che le aziende in “rosa” continuano a crescere nonostante la grave congiuntura economica che colpisce, ormai da molti mesi, il nostro sistema produttivo. In particolare, nel Lazio il numero delle imprese guidate da donne, a fine 2012, si è attestato a quota 144.402 unim'illuminotà con ben 1.555 imprese in più rispetto a fine 2011, per un variazione percentuale pari al +1,09%.

 “L’imprenditoria femminile – afferma il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Giancarlo Cremonesi – rappresenta, anche in questa drammatica fase di crisi economica, una componente vitale e strategica del tessuto produttivo locale e nazionale. I dati ci dicono che, nel nostro territorio, le imprese rosa continuano ad aumentare, e questo lo dobbiamo al coraggio e alla passione di tante donne impegnate, quotidianamente, a favore del benessere della comunità economica e sociale”. L’evento è stato l’occasione per fare il punto sugli obiettivi raggiunti dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della CCIAA di Roma nei suoi tre anni di attività e per presentare i diversi progetti promossi nel 2012, premiando contestualmente le cinque imprese vincitrici della seconda edizione del bando Premio Idea Innovativa, la nuova imprenditorialità al femminileistituito dalla CCIAA di Roma, in collaborazione con il Comitato. Nel corso del convegno è stato anche presentato il manuale “Percorsi di conciliazione”, promosso dallo stesso Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile e nato nell’ambito del concorso “Lei concilia?”, che punta a valorizzare progetti di conciliazione vita-lavoro nelle Pmi del nostro territorio. Il manuale si rivolge a un pubblico di non addetti ai lavori e, partendo dall’analisi di cosa vuol dire “conciliazione” in Italia e in Europa, fornisce una panoramica delle politiche attuate e consente una prima riflessione sull’impatto che tali politiche possono determinare in termini di riscontro sui tassi di occupazione e sulla condizione lavorativa delle donne.  “Vogliamo un otto marzo costruttivo e non rivendicativo. E’ per questo che, con le amiche del Comitato per l’Imprenditorialità Femminile, organismo che mi pregio di presiedere – sottolinea Alberta Parissi, Presidente del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della CCIAA di Roma – abbiamo voluto fare un piccolo resoconto dell’attività svolta in questo intenso triennio d’impegni e di successi. Ci ha guidate la voglia di realizzare iniziative realmente utili alle donne imprenditrici e alla diffusione di cultura d’impresa fra le giovani generazioni. Questa sarà la via maestra che, dati i risultati positivi, ci guiderà anche nel futuro. Perché le donne, da madri dell’umanità, sono abituate a fare, non a promettere”.

Il servizio di Chiara Frattali

Altre videonews di Cronaca

Smontavano e riciclavano auto rubate, arrestati in 5 a Gallicano VIDEO

Rischio valanghe, alpini in prima linea nel soccorso ad alta quota VIDEO

Giovannini nuovo Presidente Consiglio di Stato, “Difendiamo l’interesse pubblico” VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.