Alemanno inaugura nuova rotatoria a Settecamini tra polemiche e insoddisfazioni VIDEO

4

(Meridiananotizie) Roma, 30 aprile 2013 – “Grazie sindaco per non avermi invitato”, con questo striscione, il presidente del municipio V, Ivano Caradonna, ha accolto il sindaco Gianni Alemanno nel quartiere Settecamini, per l‘inaugurazione della nuova rotatoria all’incrocio con via Colli del Velino. Caradonna ha accusato il primo cittadino di essere “venuto a sapere dai cittadini di questa inaugurazione”. settecamini

Il sindaco dopo essersi scusato per l’inconveniente ha insistito affinché il presidente del V municipio partecipasse all’inaugurazione dell’opera assieme all’assessore capitolino ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera. La rotatoria, aperta al traffico veicolare da circa 3 settimane, è stata realizzata nell’ambito dei lavori di allargamento della Tiburtina con un costo di 97,9 milioni di euro. In totale, l’intervento sulla Tiburtina, attuato al 40%, prevede l’ampliamento delle carreggiate della consolare per 6,5 chilometri, da Ponte Mammolo fino a via Marco Simone e l’adeguamento delle opere connesse.

“Questa è un’opera attesa da decenni – ha detto Alemanno – perche’ la Tiburtina e’ una delle strade consolari che sono state maggiormente caricate a livello urbanistico negli anni, provocando un traffico superiore alle sue capacità. Ora vogliamo dare una Tiburtina all’altezza del quartiere e dei suoi residenti”. Con l’occasione, Ghera ha ricordato che “molte opere viarie sono purtroppo bloccate dai vincoli del patto di stabilità”. Resta comunque chi non è soddisfatto di tale intervento come il signor Vittorio Rocca, abitante del quartiere.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Roma Capitale:

Bianchi presenta la sua lista per il Campidoglio, si chiama ‘Progetto Roma’ VIDEO

Motori accesi per il nuovo 721, un bus che collegherà la Cecchignola alla metro Laurentina VIDEO

Accordo fatto tra Alemanno e Fratelli D’Italia, centrodestra unito per il Campidoglio VIDEO

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.