“La sinistra e la città”, il libro che racconta gli errori politici nell’urbanistica VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 3 aprile 2013 – Perché la sinistra si è staccata dall’urbanistica? Può la sinistra permettersi di tradire la città? Facendo così non rischia di condannare se stessalibro 1 b e avvicinarsi agli schemi tipici della destra italiana? Sono queste le domande raccolte nel libro “La sinistra e la città”, scritto da Roberto Della Seta e Edoardo Zanchini, edito da Interventi Donzelli; gli autori compiono una riflessione che esplora un paradosso italiano attraverso un’analisi storica che parte dal dopoguerra.

Il libro rivela come la sinistra abbia perso col tempo, la propria natura riformista e si sia sempre più allontanata dalle lotte al consumo del suolo, avvicinandosi d’altro canto a quel “partito del cemento”, che spesso detta legge sul futuro ed è fonte di inquinamento affaristico della politica, come spiega Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente.

Il libro rappresenta una critica nei confronti delle tematiche proposte dai candidati alle primarie del centrosinistra per l’elezione del sindaco di Roma, che secondo gli autori, omettono del tutto i principi di una buona politica volta al rispetto dell’urbanistica. Proprio uno dei candidati alle primarie del centro sinistra per la sfida in Campidoglio, Luigi Nieri, ammette le mancanze della sinistra e illustra in che modo possa recuperare credibilità e attuare cambiamenti per il bene della città.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Cultura:

Nella sala Santa Rita le creature del Modern Automata Museum

Dal 24 al 28 aprile torna la kermesse “Cento pittori Via Margutta”

A Pasquetta romani e turisti tra archeologia e arte VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.