Regione Lazio, bilancio 2013: si punta sul risparmio di oltre 30 milioni VIDEO

3

(Meridiananotizie) Roma, 15 aprile 2013 – Saranno 128 i milioni risparmiati nel prossimi 3 anni e mezzo, derivanti dal riordino delle società, agenzie ed enti regionali. Nello specifico saranno 30 i milioni di bilancio 1 brisparmio per il 2014, 43 per il 2015 e 55 per il 2016. E’ quanto stabilisce il Bilancio regionale del Lazio, approvato dalla Giunta Zingaretti. Sul riordino degli enti e riduzione del numero di componenti di organi, entro 45 giorni dall’approvazione delle legge sui risparmi, la Giunta presenterà una o più proposte di legge per: la razionalizzazione, la soppressione e la fusione, delle agenzie, degli enti istituzionali e degli organismi strumentali della Regione; la trasformazione o liquidazione degli enti inutili (con un piano di ricollocazione del personale); la riduzione dei componenti degli organi di indirizzo, amministrazione e controllo che perlopiù saranno monocratici, ma con un massimo di 5 in alcuni specifici casi.

“Sono tre le parole d’ordine: i tagli della spesa, per ridurre gli sprechi, il recupero dei soldi per pagare i debiti e dare un piccolo grande segnale spendendo meglio i fondi europei per darli al credito e alle imprese. Ci candidiamo a raccogliere l’opportunità offerta dal governo di avere liquidità dalle imprese” ha commentato il presidente della Regione Lazio. “Onorare i debiti ed evitare di farne di nuovi”, questo l’obiettivo l’assessore al bilancio Alessandra Sartore, ha definito fondamentale. Le società controllate direttamente o indirettamente dalla Regione, che abbiano conseguito nell’anno 2011 un fatturato da prestazione di servizi a favore della Regione superiore al 90% dell’intero fatturato, verranno sciolte entro il 31 dicembre 2013 o alienate.
Dal fronte del trattamento economico, la partecipazione onorifica ad organi collegiali, anche di amministrazione, di enti regionali potrà fare luogo esclusivamente a un rimborso spese. Qualora sia prevista la corresponsione di gettoni di presenza, tali gettoni non possono superare l’importo di 30 euro per seduta giornaliera. Dove la partecipazione non è onorifica, qualsiasi emolumento corrisposto dalla regione, viene tagliato del 10%.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Regione Lazio:

Primo confronto Alemanno – Zingaretti: rifiuti, riforma Roma Capitale e bilancio temi centrali VIDEO

Zingaretti presenta alla stampa la nuova Giunta VIDEO

Giunta in rosa per Nicola Zingaretti, 6 donne e 4 uomini ma tutti esterni VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.