Roma sceglie il risparmio energetico e si impegna a convincere l’Europa VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 23 maggio 2013 – Ridurre le emissioni di gas climateranti e definire strategie operative per la sostenibilità e il risparmio energetico. E’ questo paes l’obiettivo che l’amministrazione capitolina conta di mettere in atto attraverso il Paes, il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, che se approvato dall’Unione Europea garantirebbe un finanziamento di 2 milioni di euro. Le azioni individuate dal Campidoglio attraverso il Paes, adottato dall’Assemblea capitolina il 7 marzo 2013, necessitano di investimenti per 5 miliardi di euro circa e riguardano interventi sull’edilizia pubblica e privata, sulle fonti rinnovabili, sui trasporti urbani, sullo sviluppo di infrastrutture locali.

Il 21 marzo 2013 il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea responsabile della valutazione del Paes ha espresso un parere positivo sul programma in favore dell’ambiente della Capitale. Più nel dettaglio, la Capitale conta di realizzate una rete di ricarica elettrica che passerà da 52 a 250 stazioni, di potenziare il servizio di car sharing, di rinnovare la flotta Atac con 337 autobus in classe Euro 5 (fornitura in fase esecutiva), di realizzare oltre 1.000 chilometri di piste ciclabili entro il 2020, a fronte degli attuali 225 chilometri, con un investimento di 170 milioni di euro.

Tra gli obiettivi sul fronte dell’efficienza energetica, il Campidoglio conta anche di installare 15mila punti luce a led entro il 2013, di sostituire progressivamente gli oltre 32mila impianti semaforici esistenti a Roma con altrettanti a tecnologia led, con un risparmio energetico dell’85% e un abbattimento dei costi di 200mila euro l’anno per l’amministrazione. Parallelamente, sul fronte delle fonti energetiche rinnovabili, l’Acea realizzerà 120 impianti sulle scuole per una potenza di 2 MW e un investimento di 5,7 milioni di euro. Mentre l’Ama ha avviato un servizio sperimentale di raccolta dei rifiuti a energia solare a impatto ambientale zero utilizzando 8 compattatori alimentati da pannelli fotovoltaici. Roma inoltre secondo il Campidoglio, con 5.841 impianti e’ in cima alla classifica delle città italiane nel settore delle energie solari. A discutere dell’importanza del progetto Corrado Clini ex ministro dell’ambiente, Barbara Barbuscia assessore all’ambiente, e il sindaco di Roma Alemanno.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Ambiente:

Alemanno inaugura nuovo Parco Ottoboni: “più spazi verdi per le famiglie e i bambini” VIDEO

Il secondo municipio si attrezza contro le deiezioni canine per le strade VIDEO

Giornata mondiale delle piante, il Cnr lancia l’allarme: serve investire nell’agricoltura VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.