Adescavano ragazzi su Fb e poi gli svaligiavano la casa. A fine lavoro postavano tutto sulla bacheca VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 16 maggio 2013 – Facebook come un moderno cavallo di Troia. Magari appena studiato tra quei banchi di quel liceo classico che frequentano. È la pensata di due studentesse romane, minorenni e di buona famiglia, che adescavano ragazzi sul noto social network, facendosi poi invitare a casa, assicurandosi dell’assenza dei genitori. Dopo essere state ricevute una di loro si nascondeva nell’appartamento fingendo di allontanarsi mentre l’altra usciva per una passeggiata con il proprietario. operazione-facebook2

Qui entrava in campo la banda che si occupava di ripulire l’appartamento in totale tranquillità. Tornati a casa, come ogni ragazzo che si rispetti, commentavano tutti insieme le loro imprese sulla bacheca Facebook, postavano foto e filmati con la refurtiva. In tutto sono sei le persone arrestate e altre sette denunciate, 1000 carte d’identità in bianco e un bottino per decine di migliaia di euro. Altri furti sono stati messi a segno in bar tabacchi, negozi vari e anche negli uffici del comune di Mentana.

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

Allarme Confesercenti, oltre 7mila Pmi chiuse nel 2012. Giammaria: ‘Ripartiamo dalle imprese’ VIDEO

Fratelli d’Italia a fianco dei genitori separati per modificare il ruolo dei servizi sociali VIDEO

Approda nella Capitale “Europeana 2014-2018”, la memoria della Grande Guerra in digitale VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.