Allarme Unioncamere, per le famiglie serve microcredito e imprenditoria sociale VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 30 maggio 2013 – Il microcredito risulta essere in forte crescita negli anni della crisi,  oltre 55 mila sono stati i soggetti che nel 2011 hanno beneficiato del finanziamento come è stato evidenziato dallo studio promosso da Unioncamere con il contributo scientifico della società C. Borgomeo&co e di CamCom Universitas Mercatorum.unioncamere2

Secondo i dati raccolti nel volume “Fiducia nel credito, Esperienze di microcredito per l’impresa ed il sociale”, gli interventi hanno raggiunto 33mila famiglie e hanno agevolato quasi 6mila nuove attività. Quelle che più beneficiano di questo tipo di finanziamento sono le imprese del mondo no-profit che costituiscono parte del terzo settore italiano.

Il settore del no-profit svolge un ruolo sempre più importante di risposta ai diversi bisogni di welfare della società e riveste una funzione economica di tutto rilievo. Microcredito e impresa sociale che insieme hanno un ruolo importante nel mondo dell’economia italiana come spiega Carlo Borgomeo. “Il microcredito è formato da un’attività graduale che coinvolge diversi enti” spiegano da Unioncamere.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Cronaca:

Il Tar contro il Piano Nomadi, Alemanno: continuerà. E denuncia 64 famiglie con redditi da capogiro VIDEO

L’ultimo saluto a Little Tony. Un cuore matto che non smetterà mai di battere VIDEO

L’ultimo ciao dei fans a Tony, cuore matto della musica italiana VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.