Anci e Campagna “Mettiamoci in gioco” insieme per chiedere un regolamento per il gioco d’azzardo VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 23 maggio 2013 – Chiedere a Governo e Parlamento di intervenire al più presto per regolamentare e limitare la diffusione del gioco d’azzardo in Italia a causa delle sempre più preoccupanti ricadute di questo fenomeno sulle persone, sulle famiglie e sulle collettività. Questo l’obiettivo che l’ANCI, l’Associazione dei Comuni Italiani, e i promotori della Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, “Mettiamoci in gioco”, hanno messo al centro della conferenza stampa. azzardo2

Il fenomeno delle ludopatie sta producendo ricadute sociali che non vengono ancora riconosciute ma che hanno effetti disgreganti sulle comunità e sulle famiglie in termini di debiti di gioco, impoverimento e vulnerabilità delle fasce sociali deboli, come ha sottolineato Alessandro Cattaneo, presidente facente funzioni Anci. In Italia il gioco d’azzardo ha assunto dimensioni piuttosto rilevanti: con 18,4 miliardi di euro il nostro Paese rappresenta oltre il 15% del mercato europeo del gioco e più del 4,4% del mercato mondiale.

La spesa pro-capite per ogni italiano maggiorenne è pari a 1703 euro, le punte più alte si registrano in Abruzzo e nel Lazio, seguite da Emilia Romagna e Basilicata. Le somme maggiori vengono giocate nelle slot machine e nei videolottery, seguono i giochi on line, i Gratta e Vinci, il Lotto, le scommesse sportive, il SuperEnalotto, il Bingo e le scommesse ippiche, coime ci ha spiegato Don Armando Zappolini, Presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Cronaca:

Si stampano copie fasulle. Truffa all’editoria per 2, 3 milioni di euro VIDEO

Taxi e NCC insieme contro abusivismo mezzi non autorizzati. Bittarelli: “c’è bisogno di regole!” VIDEO

“Roma non si muove. Il trasporto pubblico è una carriola”. Dai Verdi un dossier per mobilità sostenibile VIDEO

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.