Con incendi ed estorsioni erano diventati padroni della Valle dell’Aniene. Arrestati due italiani VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 17 maggio 2013 – Due veri briganti che terrorizzavano gli abitanti della valle dell’Aniene. I due uomini residenti tra Cervara di Roma e Subisubiaco1aco, rispettivamente di 56 e 38 anni, avevano messo su un collaudato metodo per estorcere denaro ai commercianti e agli abitanti del luogo. I malviventi erano soliti terrorizzare le loro vittime con armi da sparo, compreso un fucile a canne mozze, rendendosi anche responsabili dell’uccisione di capi di bestiame al fine di macellarli clandestinamente e venderne le carni in maniera illegale.

Inoltre i due hanno depredato ristoranti, ville e baite delle due località,  rubando, oltre a gioielli di valore, anche utensili per falegnameria, gasolio, motoseghe, gruppo elettrogeno, tagliaerba e ogni altra utilità. I due arrestati erano anche custodi di alcuni residence di Campaegli, ricercandone il monopolio ed il controllo assoluto degli esercizi commerciali e delle strutture alberghiere, imponendo anche con minacce i lavori di manutenzione delle varie residenze, che dovevano essere effettuati da loro o da persone compiacenti.

Il servizio di Giulia Taccioli

Altre videonews di Cronaca

Grandi Eventi, sequestrati a Balducci e famiglia beni mobili ed immobili per 12 mln di euro VIDEO

Riscossione diretta, semplificazione e flessibilità: cosi Roma Capitale esonera Equitalia VIDEO

Insegnanti dei Cobas scioperano contro i test Invalsi: “si abbassa la qualità dell’istruzione” VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.