Gli scatti premiati al World Press Photo approdano al museo di Trastevere VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 3 maggio 2013 – La Siria e la Palestina con i loro drammi e il sangue dei loro abitanti sparso quasi quotidianamente nelle strade, sono le protagoniste quasi PRESS 1 Bassolute del World Press Photo di quest’anno. I volti interpreti di questi massacri approdano da domani nella Capitale. Il museo di Roma in Trastevere ospita fino al 26 maggio, la mostra di uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del fotogiornalismo, che ogni anno vede impegnata una giuria chiamata a visionare e giudicare migliaia di immagini che hanno raccontato gli avvenimenti del nostro tempo sui giornali di tutto il mondo.

La foto dell’anno 2012 è dello svedese Paul Hansen che raccoglie la disperazione di un gruppo di uomini che nelle strade di Gaza trasportano i corpi di due bambini, morti a causa di un missile israeliano il 20 novembre 2012. Tra i sei italiani premiati Fabio Bucciarelli, che ha raccontato parte della guerra civile siriana, stando a contatto con i combattenti dell’esercito libero ad  Aleppo. Il suo è un lavoro rischioso ma necessario affinché tutto il mondo sappia quello che succede in posti dove nessuno arriva e nessuno vorrebbe arrivare.

Fausto Podavini ha scelto di raccontare un altro dramma, non quello delle bombe esplose nelle case, ma quello della malattia vissuta dentro le mura domestiche. Per quattro anni ha seguito una coppia colpita dal dramma dell’Alzahimer per realizzare il suo reportage.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews su Cultura:

“Roma per vivere, Roma per pensare…idee per il bene comune”, l’amore tra i giovani e la filosofia VIDEO

‘Empire State’, in mostra al Palazzo delle Esposizioni le opere di 25 artisti newyorkesi VIDEO

La campagna e le sue bellezze torna con “Le Piazze dell’Agricoltura”

Print Friendly, PDF & Email
Share.