Restaurato il Polittico degli Zavattari, dal 2 al 19 maggio sarà esposto a Castel Sant’Angelo VIDEO

3

(Meridiananotizie) Roma, 2 Maggio 2013 – Castel Sant’Angelo apre le porte al Polittico degli Zavattari. Dal 2 al 19 maggio l’opera, nella composizione completa, dopo il restauro delle due tavole di recente acquisizione e una revisione generale dell’intero polittico sarà aperta al pubblico. Il polittico, al momento dell’ingresso nel Museo nel 1928 a seguito di una donazione, si componeva di cinque pannelli; gli altri due, individuati in una collezione privata da Roberto Longhi già nel 1957, furono acquistati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel 2000 e assegnati al Museo di Castel Sant’Angelo, come ci ha spiegato Daniela Porro, soprintendente speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma. zavattari2

Il dipinto rappresenta un’importantissima testimonianza della pittura lombarda su tavola di metà Quattrocento, per le grandi dimensioni e per la preziosità della tecnica esecutiva. Gli Zavattari erano membri di un’antica famiglia milanese, attivi tra la seconda metà del XIV secolo e il XVI secolo. Lavorarono per i duchi di Milano, ottenendo commissioni prestigiose, tra cui la più nota è la decorazione ad affresco della Cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza, firmata e datata 1444. L’opera sarà esposta nella sala Cagliostra che, con l’occasione, sarà di nuovo fruibile al grande pubblico.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Cultura:

La campagna e le sue bellezze torna con “Le Piazze dell’Agricoltura”

‘Empire State’, in mostra al Palazzo delle Esposizioni le opere di 25 artisti newyorkesi VIDEO

“Roma per vivere, Roma per pensare…idee per il bene comune”, l’amore tra i giovani e la filosofia VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.