Forum Public Affairs, imprese e istituzioni a confronto per una comunicazione più trasparente VIDEO

1

(MeridianaNotizie) Roma, 26 giugno 2013 – Comunicazione e relazioni istituzionali, lobbying, internet, tv e Agenda digitale, lavoro, mobilità e sostenibilità ambientale, turismo, arte e cultura: questi i temi chiave che caratterizzeranno la prima edizione del Forum Public Affairs, l’evento organizzato da Comunicazione Italiana dedicato al confronto tra imprese ed istituzioni, organizzato da Comunicazione Italiana. A parlarcene Fabrizio Cataldi, fondatore di Comunicazione Italiana. “Il Forum Public Affairs costituisce un appuntamento nazionale dove rappresentanti istituzionali, imprenditori, comunicatori possono confrontarsi e discutere per migliorare, attraverso la comunicazione, le relazioni tra imprese e istituzioni affinché la trasparenza divenga un valore della competitività” ha affermato Fabrizio Cataldi, fondatore di Comunicazione Italiana.   forum-pa

Durante l’incontro sono stati presentati i dati del rapporto “La comunicazione e le relazioni tra imprese e istituzioni. La sfida della trasparenza per la competitività” curato da Retecamere, Agenzia nazionale di Unioncamere e delle Camere di commercio per i progetti e i servizi integrati per lo sviluppo. Dai quali emerge che la PA e le imprese hanno ancora oggi difficoltà a comunicare. Secondo il rapporto il web rappresenta il principale canale di contatto tra PA e aziende per il 64% delle imprese, ma su 308 enti pubblici e Associazioni di rappresentanza, solo il 47% ha il WIFI. Gli enti locali che consentono di effettuare i pagamenti on line sono solo il 16,3% e solo 71 Amministrazioni hanno reso pubblici i propri dati in formato open (complessivamente 6.220 dataset). Anche il sistema imprenditoriale evidenzia criticità: nel 2013 solamente l’11% delle imprese utilizza sistemi di e-government, il 3,2% usa internet per l’e-commerce, il 5% utilizza i social media per promuoversi. Il sondaggio di opinione condotto dall’Istituto Piepoli ha invece indagato su quali siano le aree prioritarie su cui intervenire per il rilancio dell’economia Italiana: al primo posto, con il 41% delle preferenze, gli Italiani chiedono una riforma del lavoro che sia in grado di premiare realmente in merito. Inoltre, il 92% degli intervistati è convinto che una maggiore trasparenza possa aiutare ad aumentare l’efficienza e la competitività delle imprese e delle istituzioni.

Il servizio di Antonella D’Angelo

Altre videonews su Cronaca

Cooperative Italiane, rilanciare l’economia attraverso politiche fiscali e di spesa pubblica VIDEO

Il mondo della politica dà l’addio a Emilio Colombo, l’ultimo costituente VIDEO

Al Bambino Gesù arriva “Ecmo mobile” per emergenze pediatriche nel centro-sud VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.