Furto in grande magazzino della Casilina, l’obbiettivo erano i cavi e il prezioso rame VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 14 giugno 2013 – L’accusa è di tentato furto aggravato per 5 cittadini stranieri originari della Romania e della Croazia, già conosciuti alle forze dell’ordine. I cinque, di età furto-cavi2compresa tra i 20 e i 30 anni, alla guida di un furgone, hanno sfondato in retromarcia la serranda di un grande magazzino per la vendita all’ingrosso di materiale elettrico, sulla via Casilina nei pressi del GRA, e una volta dentro hanno caricato nel cassone del furgone alcune pesanti matasse di cavi elettrici. Nel frattempo è scattato l’allarme e dopo aver arraffato quanto più materiale possibile, si sono dati alla fuga.

I militari, intervenuti su richiesta della Centrale Operativa di Tivoli, si sono subito messi sulle tracce dei ladri che sono stati fermati nella zona di Setteville Nord di Guidonia Montecelio. Al momento del fermo, i 5 stranieri sono stati trovati con tutta la refurtiva e arnesi da scasso. Probabilmente le matasse prelevate dal magazzino, un importante fornitore del mercato della Capitale e della Provincia, servivano loro per estrarne rame, conosciuto anche come oro rosso.

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

Il Ministro Kyenge alla sinagoga di Roma, “tutti si devono sentire offesi da frasi Valandro” VIDEO

Morì per far nascere il suo bimbo, al Divino Amore una messa in ricordo di Chiara Corbella VIDEO

Upi e Anp firmano protocollo per una scuola più al centro delle istituzioni VIDEO

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.