“Suona Francese”, l’auditorium omaggia Leo Ferrè con Thiéfaine e i Têtes de Bois VIDEO

1

(Meridiananotizie) Roma, 10 giugno 2013 – Un progetto artistico di livello per onorare Leo Ferré a 20 anni dalla sua scomparsa: è questo l’obiettivo perseguito dall’Ambasciata di Francia in collaborazione con l’Institut français Italia per ricordare, all’interno del festival Suona francese, il grande e poliedrico autore tuttora considerato la massima espressione della poesia in musica, con un patrimonio artistico immenso che si snoda tra canzoni, poesie, sinfonie, opere, saggi e romanzi. E in occasione dei 10 anni della nascita dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, sul palco del Teatro-Studio ha preso forma uno spettacolo ricco di tematiche ed emozioni che ha visto incontrare uno degli interpreti francesi “ferreiani” per eccellenza, Hubert-Felix Thiéfaine, con chi in Italia Ferré lo ha tradotto, cantato e riarrangiato nel pieno rispetto dello stile, i Têtes de Bois.leo-ferre2

Thiéfaine, da molti definito un vero e proprio poeta-rocker maudit, è sicuramente l’artista che maggiormente si avvicina ai sentimenti anarchici espressi nelle canzoni di Ferrè celebrando follia, sesso, solitudine, anarchia e trasgressione all’interno di produzioni che sono state consacrate dischi d’oro e di platino ed hanno ottenuto riconoscimenti del calibro del “Grand prix de la chanson française” de la SACEM e dei “Victoires de la musique”. Analogo antico amore, ma tutto dedicato all’introspezione testuale reinterpretata in maniera poco conformista, è quello che lega i Têtes a Léo Ferré,  protagonisti anni fa di un vero e proprio caso discografico con ventimila copie vendute  che da sempre reinventa la poetica di questo artista estremo per farlo conoscere alle nuove generazioni: la loro esibizione in questo caso anticiperà i brani del nuovo disco dedicato a Ferré, in uscita nel mese di settembre, oltre all’interpretazione di quelli contenuti in Ferré l’amore e la rivolta, con i testi dei maledetti Baudelaire, Rimbaud, Verlaine. I Têtes de Bois si sono esibiti sul palco con due artisti di eccezione: Le luci della Centrale Elettrica e Francesco Di Giacomo (Banco del Mutuo Soccorso).

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Eventi

Una striscia di terra feconda, ultimo appuntamento d’eccezione con il jazz VIDEO

L’ensemble “IF” arriva all’Auditorium Parco della Musica VIDEO

Prevedere l’esplosione di una Supernova. Un team de La Sapienza spiega come e perché VIDEO

Print Friendly, PDF & Email
Share.