Legislazione commerciale: da rapporto Ancd Conad dettaglianti in forte crisi, serve più concorrenza VIDEO

2

(Meridiananotizie) Roma, 27 giugno 2013 – “Problemi e prospettive del commercio in Italia a dieci anni dalla modifica del titolo V della Costituzione”, questo il titolo della tavola rotonda all’interno della presentazione della IX edizione del Rapporto sulla legislazione commerciale presentata dall’Associazione Nazionale Cooperative Dettaglianti Conad presso il Tempio di Adriano alla quale ha partecipato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Dal rapporto è emerso l’immagine di un Paese con normative regionali non uniformi. Ancora troppi i settori che operano in un regime protetto producendo inefficienze sui prezzi e sulla qualità dei servizi a danno dei cittadini. legislazione2

Lo scenario è quello della crisi economica più grave dal dopoguerra ad oggi, con pesanti effetti sui consumi e, potenzialmente, sul vivere sociale a causa delle tante imprese che hanno chiuso o che rischiano di farlo a breve e della crescente disoccupazione. Secondo i dati dell’Osservatorio nazionale del commercio, istituito presso il ministero dello Sviluppo economico, a fine 2012 erano circa 770mila gli esercizi commerciali in attività, circa 9.400 in meno rispetto all’anno precedente, diminuzione distribuita in modo omogeneo in tutto il territorio nazionale. Invariata la distribuzione territoriale, con una presenza di punti di vendita nel Meridione attestata al 42,1 %. Durante il suo intervento, il segretario generale di Ancd Conad, Sergio Imolesi, ha chiesto una svolta per “recuperare il ritardo di 20 anni rispetto ai competitori europei” e sottolineato i benefici portati dalle liberalizzazioni.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Lazio Regione:

Approda alla Pisana la ‘spending review’ della Regione Lazio. Dai grillini legge “anti-Fiorito” VIDEO

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.