Atac verso debito da 750 milioni. Improta indica Danilo Broggi nuovo Ad aziendale

2

GUARDA IL VIDEO

Il neo assessore ha presentato una relazione che mette in luce la disastrosa situazione economica dell’azienda atac-debito-improta

(MeridianaNotizie) Roma, 23 luglio 2013 – Danilo Broggi è stato segnalato dall’ assessore capitolino alla Mobilita’, Guido Improta, nuovo amministratore delegato di Atac. L’indicazione e’ stata data alla commissione capitolina Trasporti – che ha espresso parere favorevole a maggioranza – e sarà ribadita questa sera all’assemblea dei soci di Atac, che dovrà discutere e ratificare le nomine del nuovo consiglio di amministrazione dell’azienda.Nel corso della riunione congiunta delle Commissioni capitoline Bilancio e Mobilità, il neo membro di giunta ha presentato una relazione che mette in luce la disastrosa situazione economica dell’Atac e gli interventi da mettere in campo con massima urgenza. Tra il 2010 e il 2012 l’Atac ha accumulato una perdita di esercizio di 650 milioni e a fine 2013, l’indebitamento totale dell’azienda del trasporto pubblico raggiungerà i 744 milioni di euro.  La società non riesce ad onorare i volumi di produzione previsti dal contratto di servizio perché ci sono ci sono deficit manutentivi rilevanti. Parallelamente, l’azienda spende 60 milioni l’anno tra locazioni, consulenze e vigilanza mentre non e’ riuscita a procedere all’acquisto di nuovi veicoli. In più c’e’ stata una crescita anomala dell’assenteismo per malattia e permessi, che ha influenzato negativamente la produttività.

Improta ha elencato i problemi di Atac anche facendo riferimento all’avvenuto cambio di 6 ad che ha fatto sì che non venissero prese decisioni necessarie per invertire la rotta. Tra le azioni che l’assessore considera necessarie per il futuro dell’azienda: il miglioramento degli standard di qualità, l’adeguamento tecnologico e il risanamento. Sul fronte mobilità, bisognerà invece insistere sulla realizzazione di nuove corsie preferenziali e piste ciclabili nell’ottica di implementare il trasporto sostenibile. Improta ha anche ricordato che “la Giunta Polverini non ha stanziato un euro per il Tpl capitolino per il 2013 e ora la Giunta Zingaretti sta cercando di porre rimedio alla questione”.

Con la Regione, il Comune ha anche intenzione di collaborare per creare una Agenzia regionale del Tpl e prepararsi all’adeguamento ai principi europei di libera concorrenza del mercato dei trasporti entro il 2019. “Il tema delle partecipate sarà uno degli asset fondamentali dell’amministrazione comunale“ ha spiegato Alfredo Ferrari, presidente della commissione bilancio di Roma Capitale. Tra i membri della commissione Bilancio Marcello De Vito (M5s) e Gemma Azuni (Sel), che hanno idee chiare su ciò che la giunta dovrebbe mettere in atto per salvare Atac, i lavoratori e il servizio ai cittadini. Il neo assessore non esclude di ricercare modalità per chiedere risorse al Governo, per ripianare i debiti di Atac. “Valuteremo se sarà possibile”, ha detto, specificando che “l’aiuto nazionale ce lo dobbiamo meritare mettendo in campo un capitale di credibilità in modo tale da riuscire ad aumentare il nostro potere negoziale con il ministero dell’Economia.

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonws su Cronaca:

Blitz della Polizia stradale. Ricettazione, riciclaggio e reati ambientali in 60 autodemolitori

New York, atterraggio d’emergenza per il Boeing 737 della Southwest Airlines. 11 passeggeri feriti su 150 a bordo

5 polacchi caricavano e 2 italiani smontavano. Scoperta autodemolizione specializzata in auto di lusso

Print Friendly, PDF & Email
Share.