Calze trucchi e smalti contraffatti. Sequestrati 6 milioni di articoli made in china

2

GUARDA IL VIDEO

 Scoperta non solo l’illecita riproduzione del marchio ma anche dei più importanti brevetti industriali dell’azienda

(Merdiana Notizie) Roma 23 luglio 2013 – Sei milioni e mezzo di articoli, tra cui capi di abbigliamento, cosmetici, giocattoli e prodotti di alta tecnologia sono stati sequestrati dai finanzieri del comando provinciale di Roma, in un capannone di via Prenestina nell’ambito di una serie di controlli atti ad arginare il crescente fenomeno della contraffazione. Approfittando dell’arrivo di un grosso carico di merce trasportato da un articolato con targa lituana,  le fiamme gialle sono riuscite ad entrare nel magazzino e a controllarne il contenuto. Sono stati rinvenuti 1500 scatoloni contenenti oltre 2 milioni e mezzo di paia di calze recanti i loghi contraffatti della Pompea.

I successivi accertamenti hanno consentito di verificare non solo l’illecita riproduzione del marchio ma anche dei più importanti brevetti industriali dell’azienda, tra cui quello denominato “NO STRESS”, riportato sulle calze. La merce, proveniente dalla Cina e giunta in Italia dopo essere stata sdoganata in Gran Bretagna ed aver attraversato alcuni Paesi comunitari, era destinata all’intero mercato nazionale, dove sarebbe stata collocata ad un prezzo inferiore rispetto a quello dei prodotti originali. Si stima che il valore complessivo delle calze si aggiri intorno ai 4 milioni di euro. sequestro calze 2

Il responsabile, un imprenditore cinese di 49 anni, è stato denunciato a piede libero per detenzione e commercializzazione di oggetti con marchio contraffatto.  Nel secondo intervento, attuato nella stessa area di via Prenestina le Fiamme Gialle del II Gruppo Roma hanno rinvenuto quasi quattro milioni fra cosmetici, prodotti per la cura della persona, materiale scolastico e articoli per la casa, non conformi alla normativa vigente in tema di sicurezza. I prodotti sequestrati, in gran parte destinati ai bambini, erano tutti privi delle prescritte etichettature di sicurezza, delle istruzioni d’uso e della composizione chimica. Numerose sono le confezioni di prodotti decorativi per la pelle e le unghie composti da colle di origine sospetta e, addirittura, in uno dei magazzini, erano conservati cosmetici contenenti ioni metallici (nichel piombo e cromo-esavalente), riconosciuti pericolosi per la salute umana alla stregua delle migliaia di prodotti farmaceutici recentemente sequestrati a Fiumicino.

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

Gmg: papa Francesco accolto a Rio da un bagno di folla

Fiocco azzurro in GB: è nato il royal baby

Cardano al campo, è morta il sindaco Laura Prati. Era stata ferita dal vigile sospeso

Print Friendly, PDF & Email
Share.