Gli albergatori romani incontrano Marino: Roma cresce, ma la redditività alberghiera è bassa

1

GUARDA IL VIDEO

(Meridiananotizie) Roma, 4 luglio 2013 – Roma cresce in controtendenza rispetto al resto d’Italia, ma resta bassa la redditività alberghiera. E’ quanto è emerso dall’assemblea di Federalberghi presso il Tempio di Adriano. “Con un costante 5% in più in termini di arrivi e presenze rispetto al corrispondente periodo del 2012 a partire da gennaio, Roma rappresenta in termini turistici un fenomeno in positiva controtendenza rispetto al resto d’Italia”, ha sottolineato il presidente di Federalberghi, Giuseppe Roscioli. Roscioli ha avanzato al sindaco le richieste più pressanti della categoria degli albergatori, auspicando da parte della nuova amministrazione comunale l’adozione di una “politica turistica” che governi la naturale spontaneità della crescita ricettiva di Roma ed in cui il sistema delle imprese possa assumere un ruolo centrale nella strategia, programmazione, promozione e commercializzazione del turismo della città. federalberghi2

Tra i punti segnalati da Roscioli la necessità di dare completa attuazione alle deleghe su Roma Capitale in particolare per ciò che riguarda lo sviluppo del turismo, i servizi urbani ed il trasporto pubblico; l’utilizzazione delle risorse derivanti dal contributo di soggiorno per l’attività di promozione e programmazione del territorio elevata dal 5 al 10% in favore della promozione turistica della città; la costituzione di un Convention Bureau; l’adozione di interventi e strumenti tecnico- amministrativi in materia urbanistica che agevolino progetti utili a rendere più efficente e competitivo il comparto turistico-ricettivo;e, in materia di fiscalità, un tangibile impegno da parte dell’Amministrazione capitolina per ciò che riguarda l’IMU e la TARES a non gravare in maniera eccessiva sulle aziende alberghiere penalizzandole nel confronto con le altri capitali europee.

Sulla stessa lunghezza d’onda Walter Pecoraro, Presidente di Federalberghi Lazio. Secondo il sindaco Ignazio Marino, nell’ottica di aumentare ancora di più la presenza di turisti a Roma, “per l’amministrazione capitolina, diventa fondamentale investire nella promozione dell’immagine di Roma nel mondo, affiancare gli operatori del settore per garantire l’allargamento del mercato, sostenere la diffusione della cultura dell’accoglienza, garantire la qualità dei servizi della città; è soprattutto la qualità dell’offerta che deve essere al centro del nostro lavoro, in quanto la qualità dello sviluppo turistico è l’unica garanzia della sua durevolezza”.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Roma Capitale:

Arrestato il boss Avesani detto “Il Principe”, gestiva tonnellate di droga. Alla Polizia ha detto: avete fatto bingo

Colossale frode fiscale per 12 mln, i proventi reinvestiti per l’acquisto di immobili. Arrestate 9 persone

Salviamo le Botteghe Storiche, commercianti in via della pace per tutela esercizi commerciali

Print Friendly, PDF & Email
Share.