Papa Francesco, paura per la sicurezza del pontefice in visita a Rio per il GMG

1

GUARDA IL VIDEO

Francesco non ha mai perso la calma. Anzi, ha salutato i pellegrini, stringendo le mani e baciando anche alcuni bambini che gli venivano via via avvicinati.

(MeridianaNotizie) Roma, 24 luglio 2013 – Sono bastati pochi minuti e i dispositivi della sicurezza predisposti dalle autorità brasiliane sono saltate. Subito dopo essere arrivato a Rio de Janeiro, l’auto del Papa è rimasta bloccata, di fatto imbottigliato, nel traffico della città, mentre la vettura veniva avvicinata da pellegrini e passanti. Quanto si è visto questo pomeriggio a Rio de Janeiro, che di fatto non ha precedenti nelle visite papali, ha sorpreso persino il responsabile ai Trasporti di Rio, Carlos Osorio, che ha subito puntato il dito contro la polizia federale, responsabile della sicurezza durante le visite dei capi di Stato. Lo stesso hanno detto in queste ore anche altri esperti della città carioca, oltre a tanti brasiliani. papa-sicurezza-rio1

Francesco non ha mai perso la calma. Anzi, ha salutato i pellegrini, stringendo le mani e baciando anche alcuni bambini che gli venivano via via avvicinati. Disperati erano invece gli uomini della sicurezza. ”Per aver accesso al Popolo brasiliano bisogna entrare dal portale del suo immenso cuore; mi sia quindi permesso in questo momento di bussare delicatamente a questa porta. Chiedo il permesso di entrare e trascorrere questa settimana con voi” ha detto il Pontefice nel suo primo discorso pubblico ai brasiliani, durante la cerimonia di benvenuto nel palazzo Guanabara.Intanto la polizia brasiliana ha disinnescato un ordigno esplosivo artigianale trovato in un bagno del santuario di Aparecida, dove il Papa si recherà mercoledì.
Altre videonews di Cronaca
Print Friendly, PDF & Email
Share.