Trovata la “Santa Barbara” di Cretarola, uccise il boss Vincenzo Femia

1

GUARDA IL VIDEO

(MeridianaNotizie) Roma, 19 luglio 2013 – Un vero e proprio arsenale dell’ ‘ndrangheta è stato rinvenuto dalla Squadra mobile di Roma e riconducibile al 31enne killer Gianni Cretarola, ritenuto responsabile all’uccisione di Vincenzo Femia, il boss freddato lo scorso gennaio mentre si trovava nella sua auto a Trigoria e legato alle cosche calabresi di San Luca. Il giovane, arrestato la scorsa settimana, aveva affittato il box utilizzando documenti falsi e all’interno vi nascondeva una vera e propria Santa Barbara, composta da 6 pistole, un fucile, munizioni, unarsenale 2 giubbotto antiproiettile un passamontagna. Gli agenti hanno inoltre ritrovato uno scooter rubato un anno fa con relativi caschi integrali.

Sono in corso accertamenti degli investigatori della Squadra Mobile volti a verificare se tra le armi sequestrate c’è anche quella che ha ucciso Femia, oppure se sono state utilizzate per altri omicidi.

Il servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews in Cronaca:

Fori Imperiali, Belviso lancia referendum “Liberi di scegliere” per decidere se pedonalizzarli

Il cinema dà l’addio a Cerami, Benigni: senza di lui non avrei imparato a solfeggiare la vita

A Fiumicino parte “cantieri d’estate”, da comune 21 interventi in 17 scuole

Print Friendly, PDF & Email
Share.