Valle Galeria, Codici dice ‘No’ all’archiviazione delle indagini su patologie e inquinamento

1

GUARDA IL VIDEO

(MeridianaNotizie) Roma, 08 luglio 2013 – Si è tenuto davanti al Tribunale Ordinario di Roma, il sit-in organizzato da Codici ‘Candele viola’ per dire no all’archiviazione delle indagini sulla correlazione tra agenti inquinanti e patologie nella Valle Galeria. Insieme a Codici presenti cittadini e familiari delle vittime dell’inquinamento. “L’Associazione Codici ha avviato un’azione di classe per chiedere il risarcimento per le persone che abitano nella Valle Galeria e che hanno contratto delle patologie gravi sospette”, ha spiegato Monia Napolitano, portavoce di Codici. Numerosi studi hanno dimostrato che la Valle Galeria è un’area fortemente vessata dall’inquinamento a causa della presenza della discarica di Malagrotta.    codici

In questa zona è alta l’incidenza di gravi patologie tra la popolazione, come malattie bronchiali, alla tiroide, alle vie respiratorie, allergie. Elevati e preoccupanti, inoltre, sono i numerosi decessi per tumore alla vescica, ai bronchi, ai polmoni. “Ci sono diverse patologie che colpiscono sia gli adulti sia i bambini. Vogliamo una vita dignitosa, è ora di dire basta” ha dichiarato Laura Barbieri, consigliere  del XII Municipio. I reati contestati vanno dal disastro all’avvelenamento delle acque, a delitti colposi alla salute pubblica. L’Associazione, presente in aula con gli avvocati Ivano Giacomelli e Carmine Laurenzano, ha richiesto pertanto la prosecuzione delle indagini preliminari e che venga disposto un accertamento in merito alla provenienza delle sostanze inquinanti come presupposto per accertare il nesso di causalità tra le patologie e le morti dei cittadini di Valle Galeria. Il Giudice, da parte sua, si è riservato sulla decisione comunicando che lo scioglimento della riserva non avverrà prima di settembre.

Il servizio di Antonella D’Angelo

Altre videonews su Cronaca

Operazione Dune Selvagge, CC sequestrano 20 kg di droga e arrestano 26 spacciatori a Capocotta

Fidanzamento non gradito e i Casamonica sparano. Raffica a Torvergata

Camorra, nuovo sequestro di beni per 50 mln al clan Mallardo

Print Friendly, PDF & Email
Share.