Kutso, continua il successo della dissacrante band romana. Sembrano pazzi ma (non) prendeteli sul serio

1

GUARDA IL VIDEO

I Kutso non sono nuovi ai successi. Grazie infatti all’ep d’esordio Aiutatemi(22R) e a una lunga serie di contest vinti, si sono imposti da tempo sui palcoscenici dell’Heinken Jammin’Festival e del MArtelive

(MeridianaNotizie) Roma, 15 luglio 2013 – Dissacranti, ironici, sprezzanti, istrionici. Sono i Kutso, band romana, che al ritmo di un’allegria contagiosa si sta facendo largo nel panorama musicale romano e non solo. È di oggi l’uscita del loro ultimo videoclip, “Marzia”, ballata romantica e cinica allo stesso tempo. Marzia è il secondo singolo estratto dall’album Decadendo (su un materasso sporco) uscito ad aprile. Un singolo che, forse più del primo dello stesso disco, “Lo sanno tutti”, che ha visto la partecipazione di The Pills, promette di diventare quella canzone che tutti canticchiano alla fermata dell’autobus in una assolata giornata d’estate o in spiaggia tra una grattachecca e una “spizzata” alla vicina d’ombrellone. Un tormentone estivo, scanzonato e irriverente.

Ma i Kutso non sono nuovi ai successi. Grazie infatti all’ep d’esordio Aiutatemi(22R) e a una lunga serie di contest vinti, si sono imposti da tempo sui palcoscenici dell’Heinken Jammin’Festival e del MArtelive, dove si sono aggiudicati anche il premio speciale MArteLabel.  kutso1

Sul palco sono veramente degli instancabili mattatori, ti fanno divertire, cantare, ballare, saltare. Il pubblico dei Kutso è sempre vario come i palcoscenici dove si esibiscono. Quando si va ai loro concerti tra la folla c’è chi chiede: “ma chi so sti Kutso?” e prontamente il vicino risponde: “Come non li conosci? So forti, spaccano!” Sotto il palco c’è chi  strilla a squarcia gola “Aiutatemi” o insulta goliardicamente il cantante che non manca di rispondere a tono sulle note di “Eviterò la terza età” o che coinvolge il pubblico in chicchirichì con “Questa società”.

Noi li abbiamo incontrati in occasione del Festival Suona Francese dove, a fine concerto, ci hanno rilasciato un intervista esilarante che ce li ha fatti amare ancora di più.

Il servizio di Cristina Pantaleoni e Luisa Deiola

Altre videonews di Cultura

Belen presenta suo figlio Santiago su Facebook

Una vita senza smartphone? Un video ci mostra come sarebbe

Muore star 31enne di Glee per overdose. Era nel tunnel della droga dai 19 anni

Print Friendly, PDF & Email
Share.